GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 94 visitatori e nessun utente online

 

NINO MARINO

 

 

POESIE

IU SUGNU LATRU

 

 

LA PRUCISSIONI

 

IU SUGNU LATRU

Arrubbai 'na stidda fora-fora
unni la tegnu nun la poi ìnzirtari,
l'arrubbai pi tia ma, pp'accamora,
nicuzza mia, nun ti la pozzu dari.

Quannu accanzu tanticchia di dinaru,
nca tannu ti la dugnu ccu piaciri:
'nginucchiata ccu mia supra l'artaru,
tutta la genti l'ha fari allucchiri.

Fici lu latru,... chi ci pozzu fari...
sugnu pintutu siddu lu Signuri,
cunta li stiddi e nni pò addunari.

Nica mi scantu ca si pò nichiari;
ma mi cunfortu c'arrubbai pp'amuri,
e u Signuruzzu m'avi a pirdunari

poesia tratta da: "Libriceddu di paisi" 
Edizioni "La Vedetta"

LA PRUCISSIONI

- Arsirà chi cci fu?...... Zzitti', cummari,
'na prucissioni ch'era 'na sciumara,
e 'a fudda si pidiava appressu 'a vara. 
Dintra un nenti chi fu.... chi v'a' cuntari?.....

successi un fui-fui. Largu! ... spara.....
ferma! ..... carrabineri! ..... Pp'accurzari...... 
ppi lu scantu mi ficiru pisciari, 
ppi curpa di 'na tinta vaniddara.

- Ma chi cci fu? .... - Nca nenti, un fraschittuni, apprufittannu di la cunfusioni,
cci desi a 'na carusa un pizzuluni.

- E fici tantu fetu?..... Chi babbiuna.......
pirchi si fannu allura 'i prucissioni?.....
- Cummari, era picciotta nuvidduna!

poesia tratta da: "Libriceddu di paisi" 
Edizioni "La Vedetta"

                                                                                                                          

IO SONO LADRO

Ho rubato una stella da molto lontano
dover la tengo non la puoi indovinare,
l'ho rubata per te ma, per adesso 
piccolina mia, non te la posso dare.

Quando metto da parte un pò di denaro,
proprio in quel momento te la darò 
con tanto piacere:
inginocchiata con me presso l'altare;
tutta la gente la devi far stupire.

Ho fatto il ladro,... che ci posso fare...
sono pentito. se per caso il Signore
conta le stelle e se ne può accorgere.

Piccolina, mi spavento che si possa arrabbiare;
ma mi conforto che ho rubato per amore 
e il Signore mi deve perdonare.

LA PROCESSIONE

- Ieri sera cosa è successo?..... - State zitti, comare,
una processione che era un fiume di gente,
e la folla calpestava i piedi appresso il fercolo.
In un niente cosa è successo... cosa debbo raccontarvi ?..

successe un fuggi fuggi. Largo... spara...
ferma! ... carabinieri!... per abbreviare...
per colpa dello spavento mi sono urinato,
per colpa di una donnaccia.

- Ma cosa è successo? ... ma... niente, un fraschettone,
approfittando della confusione,
diede ad una ragazza un pizzicotto.

E ha fatto tanto puzza?... Che stupida...
perchè si fanno allora le processioni?...
- Comare, era ragazza ancora inesperta!