GULLOTTO SANTINA

 

POESIE

RICORDU RU PASSATU

 

 

RICORDU RU PASSATU

Guardu u munti quannu fuma…
Guardu u sciummi quannu scurri
scuttu u ventu quannu canta
tra li fuogghi ru sambucu…
Tuttu sembra na miludia
anchi se chiù malincunia
quannu canta a ninna nanna…
chilla chi cantava na mamma
quannu ndrummintava u so piccirillu…
Ni la notti calma, calma,
quannu non c’eruni rumiri,
passavanu suru i bicicletti
i sciccarelli e li imenti…
Si sintia na funtanella
do silenziu chi scrusciava
ca so acqua chi curria….

                                                                                                            


RICORDO DEL PASSATO.

Guardo il monte quando fuma ..
Guardo il fiume quando scorre,
ascolto il vento quando canta
tra le foglie del sambuco...
Tutto sembra una melodia,
anche se è più malinconia
quando canta la ninna nanna...
quella che cantava una mamma,
quando addormentava il suo piccolino...
Nella notte calma calma,
quando non c’erano rumori,
passavano solo le biciclette,
l’asinelli e le giumente..
Si sentiva una fontanella
nel silenzio che scrosciava
con la sua acqua che scorreva.

                                                                                                             

GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 72 visitatori e nessun utente online