GULLOTTO SANTINA

 

POESIE

QUANNU SENTI A MALINCUNIA

 

 

QUANNU SENTI A MALINCUNIA

Si ‘ndo cuori scuru viri
senti na fitta intra u piettu
sta malincunia chi pigghia pieri
cacciara prima chi vinci illa...

‘No lassari chi ti suprania
pensa chi ‘no sempri ti po’ iri dritta
c’è quannu cianci e quannu riri
c’è quannu balli e quannu stai ferma
non sempri si po’ stari beni...

Arza a tiesta guarda attornu
pensa a cu non navi saruti
pensa a cu non navi mangiari....
A cu no viri, no senti
chillu cavi attornu...

Guarda chillu cu u Signiruzzu di diesi
a vista pi guardari un giardinu sciurutu
a ‘ntisa pi sentiri a miludia
ra natura attornu..

Ci sunu ricchizzi chi non nanu uguari
chilli chi ni diesi nosru Signuri...
E no avimu parori abbastanza
pi ringraziari...

                                                                                                            

QUANDO SENTI LA MALINCONIA

Se nel cuore buio vedi
senti una fitta dentro il petto
questa malinconia che prende piede
cacciala prima che vinca lei...

non lasciare che ti superi
pensa che non sempre ti può andare dritta...
c’è quando piangi e quando ridi
c’è quando balli e quando stai ferma
non sempre si può stare bene...

Alza la testa guarda attorno...
penza a chi no ha la salute
pensa a chi non ha di che magiare...
A chi non vede, a chi non sente
quello che ha attorno

Guarda quello che il Signore ti ha dato
la vista per guardare un giardino fiorito
l’udito per sentire la melodia
della natura attorno ...

Ci sono ricchezze che non hanno uguali
quelli che ci ha dato nostro Signore....
E non abbiamo abbastanza parole
per ringraziare

                                                                                                             

GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 41 visitatori e nessun utente online