RUSSO CATERINA

 

POESIE

E' VERU TUTTU CHISTU?

 

E' VERU TUTTU CHISTU

Stamatina prestu mi susivu,
scurusa si prisintau a iurnata,
a neglia u cielu e u mari s'aggliuttia.
"Chi fu, chi succidia?"
dissu 'nfra di mia.
U suli si nià di dari luci
e u munnu scumparia?
Persa mi 'ntisu
quannu a neglia
puru nu ma cori mi trasia.
Longu mi parsa ddru mumentu
e mai finiva.
Allura pruvavu a 'mmaginari na luci
ca a sciumara
supra u cielu e u mari si ittava.
Tanti varcuzzi si vittiru 'n prucissioni
e u scrusciu di l'unni
pariva 'n' armunia.
"E veru tuttu chistu?" mi dissu.
Tantu cu pinzeri ia pozzu fari? 

                                                                                             

 

 

E' VERO TUTTO QUESTO?

Stamattina presto mi sono alzata,
uggiosa si è presentata la giornata,
la nebbia il cielo e il mare ha inghiottito.
"Cosa è stato, cosa è successo?"
ho detto dentro me.
Il sole si è negato (di dar luce)
e il mondo è scomparso?
Smarrita mi sentivo
quando la nebbia
ha invaso pure il mio cuore.
Lungo mi è parso quel momento
e non finiva mai.
Allora ho provato ad immaginare una luce
che come fiumana
sopra il cielo e il mare si versava.
Tante barchette si son viste in processione
e il rumore delle onde
sembrava un'armonia.
"E vero tutto questo?" mi son chiesta.
Tanto può il mio pensiero?

 

In questa poesia si evidenzia la simbiosi tra natura
ed anima e lo stupore per la scoperta dell'energia
vitale e della capacità creativa del pensiero

 

 

GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 73 visitatori e nessun utente online