GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 84 visitatori e nessun utente online

 

GRUPPO MUSICALE: LA COMPAGNIA ENCELADO SUPERBO

 

 

 

CANZONI

 

AMMULA FOBBICI E CUTEDDA

 

CICCIU VECCHIU BRIGANTI

 

DALLA TORRE NORMANNA SI È ALZATA STASERA LA LUNA

 

DON ALVARIU DI LI CAMPI

 

E CHIAMAMULU A SANT'ALFIU

 

GIOVEDÌ DI FERA

 

NOTTI

 

PRISEPI D'AMURI

 

PUETA

 

SIRINATA D'AMURI

 

SPUNSALIZIU

 

STRAGI DI PURTEDDA

 

STORIA DI MARI - STORIA DI CUNTI E CANTI

 

VECCHIU PAISI

 

La Compagnia d’Encelado Superbo
musica etnica– world music – cuntastorie

Vuole il mito che dentro il vulcano Etna giace prigioniero il gigante Encelado e ogni volta questi si muove sul fianco per la stanchezza, la Sicilia trema e ribolle tutta.
E di questa Sicilia che trema e che ribolle vi vogliamo raccontare,
di questa Sicilia afflitta e martoriata che non cessa mai di sperare,
che mille volte soccombe e mille volte risorge, con i suoi colori e i suoi profumi, nella sua infinita voglia di riscatto e di libertà.

www.lentinionline.it/encelado www.myspace.com/enceladosuperbo www.myspace.com/prisepidamuri www.youtube.com/enceladosuperbo
www.facebook.com/lacompagnia.denceladosuperbo
www.facebook.com/pages/La-Compagnia-Dencelado-superbo-club

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli album: Siciliana Storia di Cunti e Canti (Prometeo, 1996) -

Il Grande Viaggio (Prometeo, 2001)
Li tri Santi (Prometeo, 2003
Demo 1 Etno compilation (Rai Trade, 2004)
Musicultura Festival 2005 compilation (Musicultura Deltadischi)
Terra di vento (Prometeo, 2006)
Prisepi d’Amuri (Prometeo, 2006)
Dieci, ritorno al futuro (Dieci anni di demo 2002-2013) Toast records 2012
Alhena (Prometeo, 2013)

Il gruppo "La Compagnia d'Encelado Superbo", prodotto dall'Associazione Culturale Prometeo di Lentini (Siracusa), nasce nel 1994 per la realizzazione dell'opera "Assedio alla città", poesia come teatro in musica, patrocinata dal Comune di Lentini e dalla Provincia di Siracusa prima e dalla Regione Siciliana successivamente.

Nel 1995 rappresenta per le piazze e i teatri italiani lo spettacolo "Siciliana -Storia di cunti e canti" una ideale rappresentazione della storia della Sicilia attraverso un concerto di canzoni popolari, intrecciato con "Cunti" e poesie, con i testi del poeta Giuseppe Cardello e le musiche di Carlo Cattano e Salvo Amore.
Nel 1996 arrivano i primi prestigiosi successi.
A settembre, la canzone "Ciucciu vecchiu briganti", dedicata al poeta popolare Ciccio Carrà Tringali, vince a Torino il Premio Musica! - Grinzane Cavour, patrocinato dal quotidiano La Repubblica e dalla Città di Torino - presenti nella giuria, fra gli altri, Fabrizio De André, Nicola Piovani, Gino Castaldo, Vincenzo Cerami, Pasquale Panella - e il gruppo suona, per l'occasione, al mitico Folk Club che ha visto esibirsi i più grandi musicisti del mondo.

A dicembre, la canzone "Giovedì di fera" vince a Reggio Calabria la sezione poesia in musica del "Premio Plurinazionale Nosside". Il testo della canzone, tradotto in inglese, viene inserito in una antologia distribuita in tutta Europa.

"Siciliana - Storia di cunti e canti", diventa un prestigioso album musicale con allegato un libro di Giuseppe Cardello contenente i testi e gli spartiti musicali, che, nel settembre '97, vince il XXIII Premio Internazionale di poesia "Città di Marineo", patrocinato dalla Regione Siciliana.

Nel 1998 partecipa, in Calabria, al 1° Festival di musica mediterranea, suonando accanto ad Eugenio Bennato e i Musica Nova.

Nel 1999 porta in scena “La terra d’Orlandu” di Salvatore Amore e Giuseppe Cardello, spettacolo di canti popolari intrecciati al racconto delle mitiche gesta d’Orlando paladino

Nel 2000 rappresenta “Lu Santu Natali”, di Salvatore Amore e Giuseppe Cardello, un suggestivo percorso della natività attraverso il racconto dialettale dei Vangeli intrecciato a canti popolari tradizionali.

Nel 2001 porta a L’Avana, Cuba, il concerto “Il Grande Viaggio” di Salvatore Amore e Giuseppe Cardello, in occasione del XVI° Premio Internazionale Nosside, vinto dallo stesso Cardello, con la pubblicazione dell’antologia e del compact disc. Radio Habana Cuba trasmette uno speciale sul compact disc.

Nel 2002 riceve a Caltagirone il 1° Premio Artisti Emergenti e per l’occasione suona assieme al percussionista Tony Esposito.

Rappresenta la suggestiva pantomima medievale “L’omu sarvaggiu e lu camiddu”, di Salvatore Amore e Giuseppe Cardello

Si esibisce al Giffoni Film Festival, in occasione del premio Videoclip, vinto con il video Isla Grande, regia di Giuseppe Cardello

Nel 2003 la canzone Dalla torre normanna si è alzata stasera la luna, un suggestivo percorso per i miti e la storia della Sicilia, viene trasmessa nel programma Sereno Variabile di Rai 2, diventa sigla del programma Demo di Radio Uno Rai che a luglio trasmette inoltre una speciale puntata live dedicata al gruppo; ancora Demo trasmette a fine anno la canzone Neruda d’amore e il concerto natalizio live Lu Santu Natali;

partecipa al festival internazionale Maschere Barocche di Palazzolo Acreide;

realizza il musical dialettale Li tri Santi , sulla storia del martirio dei santi Alfio, Filadelfo e Cirino, e la favola musicale dialettale Orlando lu pupu e li ciuri di libbirtà, per i testi di Giuseppe Cardello e le musiche di Salvatore Amore.

2004: La compilation Etno 1 Demo, edita dai Rai Trade e pubblicata con la rivista mensile Independent Music, presenta il brano Dalla torre normanna si è alzata stasera la luna;

partecipa al Festival Solmusic di Palermo selezionato da Demo RadioUnoRai e suona con il percussionista Alfio Antico. Realizza il nuovo spettacolo per cuntastorie Stasira vi cuntu ‘na storia: “c’era ‘na vota nu re…”

2005 Vincitore del XVI° Festival della Canzone Popolare e d’ Autore, Macerata 23-24-25 giugno 2005

"...musica straordinaria, immenso talento... talento e vocazione poetica da far paura... cose di cui allo Sferisterio si sono accorti tutti..." Michael Pergolani e Renato Marengo, Demo Radio1Rai del 29.06.05

2006: Demo Radio Uno Rai gli dedica una trasmissione live.

Partecipa, così come l’anno precedente, in rappresentanza della Sicilia, al Festival delle Regioni di Bucine, in Toscana, dove presenta il nuovo CD, “Terra di Vento”.

Partecipa a Maranello alla manifestazione “La Ferrari e la Musica”

Rete Italia di Melbourne, in Australia, trasmette uno special radiofonico sul gruppo

Realizza, con la partecipazione del percussionista Alfio Antico, il CD “Prisepi d’Amuri, percorso dialettale della Natività ; la trasmissione Demo di Radio Uno Rai, condotta da Michael Pergolani e Renato Marengo, dedica una puntata speciale al disco il 26.12.2006.

2007: Demo Radio Uno Rai gli assegna il premio The Best Etno quale migliore gruppo etnico dell’anno e gli dedica ancora una speciale per il concerto di Natale.

2008: partecipa a Suoni di Terra Madre, Salone Internazionale del Gusto Slow Food, Torino, in rappresentanza della Sicilia; la canzone “A lu vinticincu in puntu” dell’album Prisepi d’Amuri, vince il Premio Nazionale “Natale in Musica”

2009: vince ad Avellino il PREMIO SIAE quale miglior gruppo della trasmissione DEMO di RADIO UNO RAI per l’anno 2008;

2012: la canzone Dalla torre normanna si è alzata stasera la luna, fa parte della compilation Dieci, ritorno al futuro, toast records di Torino, i dieci migliori brani di dieci anni della trasmissione Demo di Radio Uno Rai

2013: pubblica il cd di ninne nanne e di canzoni d’amore, Alhena

…una Sicilia senza tempo, una Sicilia vera, autentica. Mi piace la musicalità che è già nei versi, che si offrono già melodia alla melodia. E mi piace questa radice affondata in una terra antica, capace di fornire linfa al giovane fiorire di nuove emozioni. R enzino Barbera, poeta e attore

Cardello si misura con Boiardo e Pessoa, riportando tutto a una raffinata e mai folklorica sicilianità dove, con intelligenza, si confondono le musiche del bravissimo Carlo Cattano

Leonardo Lodato – La Sicilia
Un concerto, o se preferite, un percorso che affonda le radici nei sapori e negli umori di Sicilia

Cesare Natoli - Centonove
“Siciliana” è certamente fra le più coraggiose sperimentazioni condotte in questi ultimi anni in Italia - Roberto G. Sacchi – Folk Bulletin

“…musica che affonda nella tradizione popolare della Sicilia per succhiarne essenze ed ispirazione e poi riemergere nell’oggi con momenti di grande suggestione…grandi, grandi!... un esempio davvero emozionante di talento musicale, di virtuosismo agli strumenti, di capacità vocali e di racconto…La Compagnia meriterebbe il successo concesso ai grandi, a coloro che ti arricchiscono,che ti danno qualcosa di cui andare fieri…”

Renato Marengo e Michael Pergolani – Demo RadioUnoRai
“Spettacolo straordinario…bravissimi…sono ammirato! La Sicilia c’è, c’è ancora…e non è una espressione geografica, la Sicilia! E’ una categoria dello spirito”. - Turi Vasile, scrittore e regista

“…un gruppo di musicisti dall’indiscutibile talento e di grande sensibilità, impegnati a farci vibrare il cuore con un concerto davvero emozionante, un concerto che nulla ha di finto, di consumistico, di volgare, un puro inno al bisogno d’amore e di pace, un meraviglioso concerto natalizio…” - Renato Marengo e Michael Pergolani, RadioUno Rai

Il Grande Viaggio è un percorso attraverso i poeti che più hanno influenzato Cardello…ogni tappa ha una sua caratterizzazione che si riflette anche nelle musiche di Salvatore Amore: si passa dal blues al tango, dalla musica medievale ai ritmi mediterranei, senza mai perdere il filo conduttore della narrazione….musica raffinata e un messaggio di qualità e di impegno sociale…

Alberto Lo Passo – Libertà
“…Vi faccio i miei più sinceri complimenti: dai Normanni ai paladini, da Lorca a Pessoa, da Kerouac a Borges, è un viaggio nella profondità della nostra cultura, nella memoria dei nostri grandi poeti che illuminano il passato e il presente e dai quali avete ricevuto lo stimolo per nuove creazioni” - Vincenzo Consolo, scrittore

“Voi siete i custodi e i garanti delle principali forme espressive teatrali e musicali dell’isola; con le vostre voci e la vostra ricerca accurata e passionale, siete i testimoni per le future generazioni e orgoglio per la vostra gente” - Carlo Petrini, Presidente Slow Food Internazionale