GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 65 visitatori e nessun utente online

 

SANT'AGATA

canto di lavoratori della terra

NONO' SALAMONE

 

      

SANT’AGATA, CH’È ÀUTU LU SULI!
(tradizionale)
Sant’Agata, ch’è àutu lu suli!
fallu pi carità, fallu calari.
Tu non lu fari no pi lu patruni,
ma fallu pi li pòviri
jurnatari.
Sìdici uri stari
a l’abbuccuni,
li rini si li màngianu li cani;
Iddu si vivi vinu a l’ammucciuni,
a nui ‘nni duna l’acqua di vadduni
unni si tennu a moddu li liani.

SANT’AGATA COM’E’ ALTO IL SOLE

Sant’Agata com’è alto il sole!
fallo per carità, fallo tramontare.
Tu non lo fare no, per il padrone,
ma fallo per i poveri
lavoratori a giornata.
Stare sedici ore chinati
con la schiena curva,
da far soffrire lombalgie acute;
Egli (1) beve vino di nascosto,
e a noi dà l’acqua ristagnata
dove si tengono a mollo gli arbusti (2)
1) il padrone
2) per fare le corde