GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 171 visitatori e nessun utente online

 

 

 

BAMMINEDDU PICCILIDDU


 

L'intera partitura per pianoforte, fisarmonica, basso e con accordi per la chitarra fa parte libro "LE PIU' BELLE CANZONI NATALIZIESICILIANE"
In questo libro sono raccolte le partiture ed i testi delle seguenti canzoni siciliane 

A LA NOTTI DI NATALI

BAMMINEDDU PICCILIDDU

DIU VI MANNA L'AMBASCIATA

FILASTROCCA A LU BAMMINU

LA CIARAMEDDA

LA SACRA SANTA NOTTI DI NATALI

NI LA NOTTI TRIUNFANTI

ORA VENI LU PICURARU

QUANNU DIU S'AVIA 'NCARNARI 

CUGGHIEMU ROSI E PAMPINI

LU BANNU DI CESARI

 Nello stesso libro vi sono dei saggi su:
 LE FONTI DEL CANTO POPOLARE  - IL CANTO SICILIANO E LA STRUTTURA POETICA - LA STRUTTURA MUSICALE DELLA CANZONE POPOLARE -
 GLI STRUMENTI MUSICALI E LA DANZA

Il libro può essere ordinato scrivendo email a Nicolò La Perna Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   cell: 3393269071 costo €: 7,00

BAMBINEDDU PICCILIDDU
(tradizionale religioso)
Bambineddu, picciliddu,
lù me' cori ù voli Iddu;
Iddu cianci ca lu voli,
Bambineddu arrobba cori;
Iddu cianci ca lu voli,
Bambineddu arrobba cori
Bambuneddu balla balla
ca lu cianu è tuttu tò,
unni posi lu to piduzzu
nasci gigliu e basilicò;
unni posi lu to piduzzu
nasci gigliu e basilicò.
Lu Bambinu mentri juvaca
si chiamava li picciliddi
e firriavunu ‘ntunnu ntunnu
e jucava tuttu lu munnu. (2 volte)
Mariuzza si 'nni iu a sidiri
ni la casa di Sant'Anna
lu bambinu si misi a cianciri
“Matri mia vogliu la nanna”
lu bambinu si misi a cianciri
“Matri mia vogliu la nanna”
Mentri figliu vuliti viniri
vi cci portu vulenteri
là va trovi lu circu tunnu
e la nanna ti fa jucari
là va trovi lu circu tunnu
e la nanna ti fa jucari.

                                                                                                                                                                    

BAMBINELLO PICCOLINO

Bambinello, piccolino,
il mio cuore lo vuole Lui;
Lui piange che lo vuole,
Bambinello ruba cuore;
Lui piange che lo vuole,
Bambinello ruba cuore;
Bambinello balla, balla,
che il cortile è tutto tuo,
dove posi il tuo piedino
nasce giglio e basilico;
dove posi il tuo piedino
nasce giglio e basilico;
Il Bambino mentre giocava
si chiamava i bambini
e giravano intorno intorno
e giocava tutto il mondo
Mariuccia (1) se n’è andata a sedere
nella casa di Sant’Anna
il bambino si mise a piangere
“Madre mia voglio la nanna”
il bambino si mise a piangere
“Madre mia voglio la nanna”
Mentre figlio, volete venire
vi ci porto volentieri
Là vai a trovare il circo tondo
e la nanna ti fa giocare.
Là vai a trovare il circo tondo
e la nanna ti fa giocare
1) Maria, la madre di Gesù

                                                                                                                                                                   

Questo canto natalizio, cantato anche come ninna è cantato anche oggi in molti paesi.

E’ presente nelle raccolte di canzoni siciliane di diversi autori e viene rimodellato da Rosa Balistreri prendendolo da diversi fonti; la voce della Balistreri è dolcissima.
Un tempo, ma anche oggi, era consuetudine “annacari i picciriddi”.

      L’ “annacata” veniva fatta in questo modo: la mamma  teneva in braccio il bambino e, stando seduta su una sedia ben solida con il fondo di paglia o di corda, tipica di quel tempo, si dondolava  battendo ritmicamente prima i piedi davanti e poi i piedi di dietro della sedia, accompagnando la cadenza con un lieve “oooh! oh!”, o sussurrando ninne nanne il cui motivo, sempre lo stesso, induceva al sonno al bambino. Vedi copia di Lionardo Vigo al n. 2318

 

 

ASCOLTA LA CANZONE  audio