SCIUTO CINZIA

POESIE

COMU VULISSI

 

COMU VULISSI

Vicinu a ttia m’assettu, a lu tò latu,
ti vogghiu cuntari la storia di la vita mia,
ppi li tò figghi tu ti l’à sarvari
nta ‘n pezzu di cori
ca non t’à fà scurdari.
Terra d’incantu mi desi li natali,
lu Simetu mi fici di naca,
ccu latti duci mi nutrìu lu mari
e vesti d’oru mi cusìu lu suli.
Catania mi ‘nsignau a caminari
nta li so strati tinennumi ppi manu
e assemi a idda mi pareva d’avvulari
supra a tappiti arraccamati di celu.
Appressu a la “carusa” tutti l’anni mi purtava
a fari cursi a la calata da Marina,
e dd’nsaccari friddu ogni vota m’attuccava
quannu ccu l’occhi santi spuntava la matina.
Comu vulissi ciatari ancora ddi jurnati,
ci issi ‘ncontru ccu la facci risulenti,
ccu lu cori fistanti e lu sorrisu,
ppi dirici ca mai di iddi m’haiu scurdatu.
Scuràu lu tempu di la carusanza,
e forsi ora m’arresta sulu lu pinseri
di non farici perdiri a la spiranza lu piaciri
di paririmi bedda, comu mi pareva bedda aieri.

                                                                        

COME VORREI

Vicino a te mi siedo, al tuo lato,
ti voglio raccontare la storia della mia vita,
per i tuoi figli tu la devi conservare,
in un pezzo di cuore
che non te la fa dimenticare.
Terra d’incanto mi diede i natali,
il Simeto mi fece da culla,
con latte dolce mi ha nutrito il mare
e vestiti d’oro mi ha cucito il sole.
Catania mi insegnò a camminare
nelle sue strade tenendomi per mano
e insieme a lei mi sembrava di volare
sopra a tappeti ricamati di cielo.
Dietro alla “carusa” tutti gli anni mi portava
a correre alla calata della Marina
e di prendere freddo ogni volta mi toccava
quando con gli occhi santi spuntava la mattina.
Come vorrei respirare ancora quelle giornate,
andrei loro incontro con il viso allegro,
con il cuore in festa e il sorriso,
per dire loro che mai io me ne sono dimenticata.
E’ passato il tempo della gioventù,
e forse ora mi resta solo il pensiero
di non fare perdere alla speranza il piacere
di sembrarmi bella, come mi appariva ieri.

 

 

 

 

 

 

GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 253 visitatori e nessun utente online