RAGUSA ANGELA

 

POESIE

COMU ACEDDI

COMU ACEDDI

Pizzuliami lu cori , comu fa na palummedda
ca si cunnulia cu nu pizzuddu ‘i pani
ca trova n’terra e su mangia tutto,
a picca a picca.
Appuiatu supra a la me spadda,
carizzami li capiddi,
sciogghimi li sensi,
pigghiami li manu
e dimmi quantu beddu è lu sognu
ca l'ali, comu aceddi, ci fa spuntari.

COME UCCELLI

Beccami il cuore, come fa una colombella
che si accontenta di un pezzetto di pane
che trova a terra, e se lo mangia tutto,
a poco a poco.
Appoggiato sopra la mia spalla, accarezzami i capelli,
scioglimi i sensi,
prendimi le mani
e dimmi quanto bello è il sogno
che le ali, come uccelli, ci fa spuntare.

 

GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 73 visitatori e nessun utente online