RUSSO CATERINA

 

POESIE

 CH'ERA BBEDDU U SULI STAMATINA

 

 

CH'ERA BBEDDU U SULI STAMATINA

Ch'era bbeddu u suli stamatina,
comu na palla rosa
leggiu, leggiu s'aisava,
mentri na neula
ca pariva merlettu l'adurnava.
Tuttu 'ntornu
si priparau un fistinu,
l'auccidduzzi 'ntra d'iddi
si ciamaru
e 'nsemmula si misiru a vulari.
Na muntagna e nu cianu
i culuri, a picca a picca,
s'addumaru
e u jornu ca nasciva salutaru.
U miraculu si ripeta sempri,
pinzavu,
e cuntintizza nu ma cori pruvavu.
Puru l'omu pò rinasciri,
se cu occi novi
a vita si metta a vidiri.

                                        


COM'ERA BELLO IL SOLE STAMATTINA
 

Com'era bello il sole stamattina,
come una palla rosa
leggero, leggero s'alzava,
mentre una nuvola
che sembrava merletto l'adornava.
Tutt'intorno
si è preparato un festino,
gli uccelletti fra di loro
si sono chiamati
e insieme si sono messi a volare.
Nella montagna e nel piano
i colori, a poco a poco,
si sono accesi
e il giorno che nasceva hanno salutato.
Il miracolo si ripete sempre,
pensavo
e contentezza nel mio cuore provavo.
Anche l'uomo può rinascere,
se con occhi nuovi
la vita comincia a guardare.

                                         

 

 

GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 105 visitatori e nessun utente online