FILIPPINI MARIA STELLA

 

FILICI TRUVARISI

 

FILICI TRUVARISI

Sulu lu prima nill’occhi
naca di negghia marina
sulamenti lu prima e scaluna
- tanti scaluna -
appinnuti a lu rostru du celu.

Filici truvarisi
quann’u suli
sgruppata a crinera
ncap’u mantu di la notti
s’arrisbigghia suvranu.

Filici truvarisi
quannu pidati di luci
tagghianu lu ventu
arrassannu affranzi e l’arbulu
mostra l’oru di la spranza.

A mia e a tia
ogni jornu arriala tinnirizza
e un sautu nu tempu
a stu sciatari amurusu
ca sciddica lentu.

                                                                                                                   

FELICE TROVARSI

Solo il prima negli occhi
culla di nebbia marina
solamente il prima e gradini
- tanti gradini –
appesi  al rostro del cielo.

Felice trovarsi
quando il sole
sciolta la criniera
sopra il manto della notte
si risveglia sovrano.

Felice trovarsi
quando calci  di luce
tagliano il vento
allontanando affanni e l’albero
mostra l’oro della speranza.

A me e a te
ogni giorno regala tenerezza
e un salto nel tempo
a questo fiatare amoroso
che scivola lento.

                                                                                                    

GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 88 visitatori e nessun utente online