Stampa
Categoria: GAGLIO TANINO
Visite: 1848

TANINO GAGLIO

 

 

CANZONI

'U PISCATURI (DI MARETTIMU)

 

 

'U PISCATURI (DI MARETTIMU) (1)

Sulu, assittatu cu na petra pi seggia,
senza nuddu pinzeri
e taliari mariggiati chi passanu,
fazzuletti bianchi di suli chi l'avvampa,
comu parpagghiuni chi s'assicutanu.

U ventu canta e rufulia 'nterra
sbrizzi di mari supra balachi
vruca e marvuni
mentri luntanu viu a furmicula
Levanzu e Favignana
comu a tri criaturi natari
supra l'acqua chi l'annaca.

Chi maravigghia,
chi maravigghia,
chi maravigghia.

Si fussi pitturi ci la dassi na bedda pinziddiata
si l'avissinu miritatu.
E comu piscaturi, di luntanu Marettimu,
tira a rizza chi sempri teni... abbrazzati

Chi maravigghia,
Chi maravigghia,
Chi maravigghia.

1) una delle tre isole davanti Trapani (isole Egadi)

                                                                                                             

 

IL PESCATORE (DI MARETTIMO)

Solo, seduto su una pietra per sedia.
senza nessun pensiero
e guardare mareggiate che passano,
fazzoletti bianchi di sole che l'avvampa,
come farfalle che si inseguono.

Il vento canta e spruzza verso terra
sbrizzi di mare sopra scogli
tamarigi e .....
mentre lontano vedo come una formichina
Levanzo e Favignana
come tre creature che nuotano
sopra l'acqua che li dondola.

Che meraviglia,
che meraviglia,
che meraviglia.

Se fossi un pittore darei una bella pennellata
se lo meritano davvero.
E come un pescatore, di lontano Marettimo,
tira la rezza che sempre tiene... abbracciati

Che meraviglia,
che meraviglia,
che meraviglia.