GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 42 visitatori e nessun utente online

 

GRUPPO MUSICALE: NKANTU D'AZIZ

 

 

 

CANZONI

 

GIULIANO audio 

GIULIANO video

NSUNNAI audio 

TARANTULA audio 

THE SCARLET SHOE audio 

 

VIDEO IN INTERNET (YOU TUBE)

https://www.youtube.com/watch?v=7Q5tufo4rqo
intervista ai Nkantu d'Aziz

https://www.youtube.com/watch?v=W3xPRdey4kY
Live Contestaccio Roma Il vino

https://www.youtube.com/watch?v=07-5B2fxvrA
Manifestazione ADDIO PIZZO Villa Trabia,Palermo 28 Maggio 2010

https://www.youtube.com/watch?v=pkSbDOKDEyQ
Festino Santa Rosalia 2012

https://www.youtube.com/watch?v=v_eC9aw4XdE
Manifestazione ADDIO PIZZO Villa Trabia,Palermo 28 Maggio 2010
Il funerale

NKANTU D'AZIZ

Componenti: Totò Grilletto: voce; Gjin Schirò: Chitarre e voci
Melko Van Kaster: Violino; Salvatore Spera: Clarinetto
Andy "Jack Forfait" Fina: basso; 
Fabio Pellitteri: batteria e percussioni
Felice di Caccamo: fonico

Un incanto che dura da millenni, da quando il primo arabo chiamò Palermo Aziz, "splendore", è il motivo insistente a cui, un giorno di dieci anni fa, Totò ha voluto dar voce, colore, musica.
Totò Grilletto, si diceva, poeta, compositore e chitarrista giramondo, le sue radici le ha sempre portate con sé. Quando è ritornato a casa, la sua Palermo siciliana ed albanese (di Piana degli Albanesi, di cui è per metà originario), l'idea che la conoscenza delle proprie origini non dovesse essere un lusso di pochi, lo ha spinto a pensare ad un progetto ambizioso che permettesse di far arrivare la storia di quella terra al cuore dei suoi abitanti.

Allora ingaggia amici e musicisti, fonda la sua piccola orchestra e inizia ad infuocare la gente e a conquistare le piazze con ritmi tarantolati e balcanici nutriti di racconti e leggende, cavalcati da quei personaggi in bilico tra mito e realtà che compongono l'immaginario siciliano.

Dopo aver pubblicato il loro primo album “Mi porteranno via” con la myGroove Italia, e un tour nelle migliori piazze nazionali, gli Nkantu d’Aziz sono pronti a registrare il loro secondo album.

Dopo lo straordinario successo ottenuto al Foro Italico di Palermo, dove si sono esibiti davanti 300 mila persone (cit. fonte "laRepubblica") gli nKantu d'Aziz, combat folk "in pugno", sono pronti a entusiasmare e accendere le piazze con il loro nuovo spettacolo.

Ad arricchire lo show, ben cinque nuovi adrenalinici brani che trasporteranno il pubblico verso ritmi sempre più incalzanti, come nella migliore tradizione del gruppo: Non si smette mai di ballare ad un concerto degli nKantu d'Aziz!

Un sound sempre più curato e ricco, che cattura fin da subito. Grazie anche alle new entry del gruppo formato oggi da sei elementi (Gjin Schirò alle chitarre, Fabio Pellitteri alla batteria, Andy Finaal basso, Melko Van Kaster al violino, Salvatore Spera al clarinetto e Totò Grilletto, da sempre voce degli nkantu e autore dei testi. Si aggiunge spesso al live il percussionista Filippo “Fifuz” Alessi. Al mixer invece troviamo Felice di Caccamo)

Il nome del nuovo tour è stato preso dal titolo della canzone degli nKantu ed è il loro modo di fare musica: aggiungere uno spunto di riflessione in uno spettacolo di divertimento puro. Meglio la terraperche in quest'epoca fin troppo caratterizzata da una disaggregante crisi economica occorre forse ritornare ai valori più genuini e alla terra, sincera e pura, che ti ricambia per come la coltivi.

L’estate 2012 è stata ricca di concerti tra cui si ricordano la “Notte bianca di Floridia” in cui si sono esibiti davanti un folto pubblico, il già citato concerto in occasione del Festino di Santa Rosalia, lo Sherbeth Festival di Cefalù e l’Open Act al concerto ad Agrigento del cantautore siciliano Mario Incudine in occasione dello spettacolo “Curitigghio, suoni dalle isole” la cui direzione artistica era di Lello Analfino dei Tinturia.

Nell’estate 2013 sono tanti i concerti che li vede protagonisti uno dei quali li ha visti aprire il live di Eugenio Bennato (Notte bianca Spadafora) e l’ultimo che invece li ha visti su un grande palco (Favignana, Settembre 2013) aprendo lo show a Niccolò Fabi, Erica Mou, Tinturia. Nell’Ottobre del 2013 hanno registrato il loro secondo singolo sempre con la direzione artistica di Toni Carbone e alcune special guest di rilievo del panorama musicale siciliano e nazionale: Filippo Alessi (percussionista dei Qbeta e tour manager dei Tinturia), Angelo Spataro (batterista dei Tinturia), Aida Satta Flores (cantautrice siciliana) e Francesco Moneti (chitarrista e polistrumentista della combat folk band Modena City Ramblers). Sempre ad ottobre 2013 il professore di linguistica dell’Università degli studi di Palermo, Roberto Sottile, li ha voluti inserire nel suo nuovo libro “Il dialetto nella canzone italiana degli ultimi venti anni” analizzando alcuni dei testi scritti per il loro album d’esordio, del 2011, “Mi porteranno via”: Tarantula, Balcan Suite, Giuliano. Per il 2014 è prevista l’uscita del nuovo album.

Addetto stampa e Tour Manager

Gjin Schirò

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina Facebook: 
https://www.facebook.com/pages/Nkantu-dAziz/118928944800081