Stampa
Categoria: CALANDRA E CALANDRA
Visite: 515

 

GRUPPO MUSICALE: CALANDRA & CALANDRA

 

 

 

CANZONI

 

U SCICCAREDDU 

 

 

 

U SCICCAREDDU 

Avia ‘nu sciaccareddu, ma tantu sapuritu,
a mia mi l’ammazzaru, poveru sceccu miu. 
Chi bedda vuci avia, 
paria nu gran tenuri, 
sciccareddu di lu me cori, 
comu io t’haiu ‘a scurdari. 
sciccareddu di lu me cori, 
comu io t’haiu ‘a scurdari. 
E quannu cantava facia 
E quannu cantava facia
E quannu cantava facia

IL SOMARELLO

vevo un asinello, ma tanto bello 
Me lo hanno ammazzato, povero asino mio.
Che bella voce aveva,
sembrava un gran tenore,
asinello del mio cuore
come potrò mai scordarti.
E quando cantava faceva Jiiiia Jiiiia Jiiiia

Bellissima e malinconica canzone siciliane che i due fratelli Calandra e Calandra rendono al meglio delle loro qualità canore e musicali.
Veniva cantata dai carrettieri durante i loro lunghi tragitti da una città all'altra della Sicilia, o tra amici nelle feste o in trattoria.
L'asino negli anni passati rappresentava una risorsa per tutta la famiglia per l'aiuto economico che poteva dare con il suo lavoro alla famiglia ed era trattato come uno della famiglia e la sua dipartita lasciava rattristati e a volte con problemi economici gravi i padroni