GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 51 visitatori e nessun utente online

TINTURIA

 

GRUPPO MUSICALE: TINTURIA

 

 

 

CANZONI

ABBALLU SENZA SBALLU

COCCIU D'AMURI

CORI GRANNI audio

GRANA

LA DONNA RICCIA

LUNA audio

NICUZZA audio

OCCHI A PAMPINA audio

U PISCISPADA

VERGINI MARIA audio

 

Componenti del gruppo musicale Tinturia:  
Lello Analfino (Voce-Diamonica), 
Lino Costa (Chitarra), Angelo Spataro (Batteria), 
Mario Vasile (Percussioni), Gianpiero Risico (Fiati-Sintetizzatore), Luciano Favara (Chitarra), Domenico Cacciatore (Basso)

I Tinturia sono un gruppo musicale italiano. Il loro genere musicale, da loro etichettato come "sbrong", è in realtà una fusione eterogenea di pop, rock, folk, ska, funk, rap e reggae.
Il gruppo vede la luce nel 1996 a Raffadali, un paese dell'hinterland agrigentino. Il loro leader, cantante e occasionalmente diamonicista, è Lello Analfino. Il loro album d'esordio discografico, nel 1999, Abusivi (di necessità), ottiene successo in tutta la Sicilia, sebbene rimanga circoscritto nell'isola anche a causa dei testi in siciliano. Il disco include una cover di Domenico Modugno, La donna riccia, col testo riadattato e tradotto in siciliano. Nel 2011 l'album è stato riedito dalla CNI.
Nel 2002 hanno pubblicato la colonna sonora del film Nati stanchi di Ficarra e Picone, grazie a cui iniziano a farsi conoscere oltre lo stretto. È del 2005 l'album Nessuno è perfetto (per fortuna) edito da Universal , in cui i Tinturia cantano principalmente in italiano e si avvicinano notevolmente a uno stile musicale più tipicamente rock. Questo lavoro è seguito nel 2007 dal CD Io sto qui registrato dal vivo durante la tournée dei DS del 2005.
Nel 2008 i Tinturia pubblicano il loro lavoro più recente, Di mare e d'amuri; il primo singolo estratto è I Don't Know, subito girato in tutte le radio a livello nazionale e trasmesso nelle principali reti musicali televisive italiane.

Ex membri
Luciano Favara: chitarra elettrica ed acustica
Savio Nocera chitarra - flauto
Pierluigi Savarino chitarra - voce
Nino Alongi basso
Osvaldo Lo Iacono: chitarra
Giovanni Buzzurro: basso
Gianpiero Risico: synth-fiati
Claudio Terzo: chitarra
Lino Costa: chitarra elettrica
Mario Vasile: percussioni
Altri musicisti in tour[modifica | modifica sorgente]
Massimo Vasile : percussioni - 2005
Carmelo Salemi:Tromba - 2005-2006
Salvatore Pizzurro: Trombone -2005.2006
Filippo "Fifuz" Alessi: Tamburi a cornice-percussioni -2008-2009-2013
Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album in studio[modifica | modifica sorgente]

1999 - Abusivi (di necessità) (riedito nel 2011 da CNI)
La Donna Riccia, Tarantella, Luna, Jovanotto, Rap Intelligente
Piazza Modena, L'ambulante, AAA Cercasi Patri Pii Me Figli
Abusivi, Rosario, Vergini Maria, Middlei, Nicuzza, Cori Granni
Intro, Into, Occhi a Pampina

2002 - Nati stanchi (colonna sonora) (PID), Dumani Dumani
Fusu E Cunfusu, Capita, La Sparla Dei Rmix, Jovanotto Remix
Disco Dumani, Disco Middlei, Luna, Cori Granni, Grana

2005 - Nessuno è perfetto (per fortuna) (Universal)
Macaco, Stunz, Cielo Sereno, 92100, Extra, Libera la Mente
Ipoteticamente, Cercami, Mi Sento Lento, Ciò Che Voglio
Tiesta, Cirasaru

2007 - Io sto qui (live) (Musica & suoni)
L'ambulante, La Donna Riccia, Jovanotto, Libera la Mente
A.A.A., Luna, Occhi a Pampina, Mi Sento Lento, Vergini Maria, Nicuzza, Extra, 92100

2008 - Di mare e d'amuri (Musica & suoni)
Di mare d'amuri, Dimmi che per me c'è il meglio, I don't know
Sudo, U' pisci spada, De generatione, A chi mi sa dare musica
Oblomov, Sto correndo, Cercasi rosa, Abballu senza sballu

 

 

GRUPPO MUSICALE: TINTURIA

 

 

 

CANZONI

COCCIU D'AMURI

 

 

COCCIU D'AMURI

Affaccia bedda e senti sta canzuni, 
la canto sulu a tia cocciu d ’amuri; 
lu sangu mi fa buddiri ne i vini 
se nun ti viu mi veni di muriri.

Affaccia bedda ca si tu a canzuni 
E io ca n’anzi a vui scordu i duluri, 
li peni sunnu ruci si tu mi runi a paci, 
io vogliu stari sempre a latu i tia.

Vitti na l’occhi toi due stiddi 
ca lucinu ‘mmenzu i capiddi, 
fila di ferru zuccaru, 
la facci una banniera, 
unni ci batti u suli, suli di primavera.

Pi mia tu si na dia sicana, 
ca quannu riri u tempu acchiana 
io vegnu appressu a tia 
ciuri ri puisia 
ca fa puisiari u munnu sanu.

io vegnu apressu a tia 
fiuri ri puisia
ca fa puisiari u munnu sanu.

                                                                                                                                                             

COCCIO D'AMORE

Affaccia bella e senti questa canzone,
la canto solo a te coccio d’amore;
il sangue mi fai bollire nelle vene
se non ti vedo mi viene da morire
.

Affaccia bella che sei tu la canzone
e io che dinanzi a voi dimentico i dolori,
le pene sono dolci se tu mi dai la pace,
io voglio stare sempre a fianco a te
.

Ho visto negli occhi tuoi due stelle
che luccicano tra i capelli,
fil di ferro zucchero,
il viso una bandiera
dove ci batte il sole, sole di primavera.

Per me tu sei una dea sicana, (1) 
che quando ride il tempo va su
io vengo dietro a te
fiore di poesia
che fai “poesiare” il mondo intero

io vengo dietro a te
fiore di poesia
che fai “poesiare” il mondo intero

1) popolo antico siciliano che è stato soppiantato dai Siculi.

 

 

GRUPPO MUSICALE: TINTURIA

 

 

 

CANZONI

CORI RANNI

 

 

Tirichititolla tirichititolla tirichititolla tirichititolla 

Noi non possiam modificare gli eventi 
ci limitiamo a prevenirli e non siam mai contenti 
soltanto quando quella ci sorride 
ci fa capire che potrebbe andare 
mi sento 'u megliu i tutti 
un tipo da imitare 
l'adrenalina mi comanda 
e io la lascio fare.... 

mi si ristrinci u stomacu 
mi sento 'mpantanatu 
ci penso notte e jornu 
sugnu cucinatu!
Ho ancora molte cose da capire 
su come sono fatte le persone, 
pensieri e un po' di storie da scordare, 
io sugnu come sugnu e non posso chiù canciari!! 

tirikititolla tirikititolla 
se restu fermu non mi scatta la molla 
tirikititolla tirikititolla 
se tu ti movi a mia mi scatta la molla 

Ti giuro da domani non ti chiamo più!! 
Iu sugnu troppo beddu e un c'a fazzu chiù 
ti stringerei tra le mie braccia un anno intero, 
ma oggi ho visto un'altra e non sono sincero!! 
Ti giuro da domani non ti guardo più, 
ma dentro la mia testa ci sei solo Tu... 
con quel visino che per me è un assolo jazzzz 
ti guardo due secondi sennò divento paaazz!!!! 

Ho il cuore grande ca c'è posto pi tutti.... 
pi tutti chiddi ca ci vonnu stari... 
Un sacco di cazzate da rifare, 
giornate perse da dimenticare, 
telefonate a vuoto, 
ho un vuoto dentro al cuore 
che tu mi puoi colmare non soltanto con parole.... 

Tirichititolla tirichititolla se perdi tempo non mi scatta la molla 
tirichititolla tirichititolla ppì tutti chiddi ca mi hanno evitato 
tirikititolla tirikititolla ragazze grigie ke non mi hanno mai capito 
tirikititolla tirikititolla se nun ti vidu nun mi scatta la molla 

Tirichititolla tirichititolla se perdi tempo non mi scatta la molla 
la molla è chidda ca fa stari a galla ma tu immeci iochi ti pari una palla 
Tirichititolla tirichititolla se perdi tempo non mi scatta la molla 
la molla è chidda ca fa stari a galla ma tu immeci iochi ti pari una palla 

Ti giuro da domani non ti chiamo più!! 
Iu sugnu troppo beddu e un c'a fazzu chiù 
ti stringerei tra le mie braccia un anno intero, 
ma oggi ho visto un'altra e non sono sincero!! 
Ti giuro da domani non ti guardo più, 
ma dentro la mia testa ci sei solo Tu... 
con quel visino che per me è un assolo jazzzz 
ti guardo due secondi sennò divento paaazz!!!! 

Tirichititolla tirichititolla ho il cuore grande 
tirichititolla tirichititolla e ca c'è posto pì tutti 
tirichititolla tirichititolla ho c'è posto pè tutti 
tirichititolla tirichititolla chiddi ca ci vonno stari 
tirichititolla tirichititolla se perdi tempo a mia un mi scatta la molla

                                                                                                                                                             

Componenti del gruppo musicale Tinturia:  
Lello Analfino (Voce-Diamonica), 
Lino Costa (Chitarra), Angelo Spataro (Batteria), 
Mario Vasile (Percussioni), Gianpiero Risico (Fiati-Sintetizzatore), Luciano Favara (Chitarra), Domenico Cacciatore (Basso

 

 

 

 

 

GRUPPO MUSICALE: TINTURIA

 

 

 

CANZONI

ABBALLU SENZA SBALLU

 

 

1 picchí nun vogghiu ristari sulu 
2 picchí avi a aviri i trizzi d' oru 
3 la cercu sana e di famigghia bona 
4 é megghiu si m' 'a pigghiu siciliana 

Sugnu cunfusu e passu li nuttati 
Circannu ô scuru e fudda ma 'un m'ammuttati 
Picchì si hai lu cori nun pó sbagghiari 
Si ricanusci súbbitu l'amuri 
Nun sentu né raggiuni né morali 
Ca si iu ti vogghiu mi fazzu ammazzari 
Ti portu in celu e ti mettu a curuna 
Sí tu la megghiu stidda sí la riggina 

E abballu senza sballu 
E cantu senza scantu 
Picchí sugnu cuntentu e la testa a l'aria vá 
E abballu senza sballu 
E cantu senza scantu 
A ghiornu scura e a un jornu si nni vá 

Pi tia cercu lu suli 
Pi tia hâ manciatu sali 
Nun trovu mai la chiavi giusta 
La genti ca mi giúdica mi tratta troppu mali 
Cc'hâ méttiri nu tappu 'mmucca 
Lassati-mi sparlari lassati-mi capiri 
Di tutti arriva lu santu giudizziu 
Mi mettu a testa a postu mi vogghiu sistimari 
parò ora dicu i peggiu cosi e fazzu u pazzu 

E abballu senza sballu 
E cantu senza scantu 
Picchí sugnu cuntentu e la testa a l'aria vá 
E abballu senza sballu 
E cantu senza scantu 
A ghiornu scura e a un jornu si nni vá 
E abballu senza sballu 
E cantu senza scantu 
Picchí sugnu cuntentu e la testa a l'aria vá 
E abballu senza sballu 
E cantu senza scantu 
A ghiornu scura e a un jornu si nni vá 

Aspetta e nun aspettu voi viniri a pedi nudi dintra i mé pinzeri 
Sugnu n'omu ca dici amuri amuri, bidduzza senza di tia nun pozzu stari 
Sinnò mi manca u sensu, la terra sutta ê pedi 
Ma quannu vidu 'mpilu lu vogghiu assicutari 
Allura bedda balla si voi ballari abballa sta attentu ca si sballi nun poi ballari cchiú 

E abballu senza sballu 
E cantu senza scantu 
Ti vogghiu stari a latu pi l'aternitá 
E abballa bedda abballa 
Si voi ballari abballa 
Sta attentu ca si sballi 
Nun poi ballari cchiú 

E abballu senza sballu 
E cantu senza scantu 
Ti vogghiu stari a latu pi l'aternitá 
E abballa bedda abballa 
Si voi ballari abballa 
Sta attentu ca si sballi 
Nun poi ballari cchiú 

E abballu senza sballu 
E cantu senza scantu 
Ti vogghiu stari a latu pi l'aternitá 
E abballa bedda abballa 
Si voi ballari abballa 
Sta attentu ca si sballi 
Nun poi ballari cchiú

                                                                                                                                                             

 

 

GRUPPO MUSICALE: TINTURIA

 

 

 

CANZONI

GRANA

 

 

Visto che c'è bella giornata 
e non c'è che fare, 
mi metto sulla macchina 
io me ne vado a mare, 
mi fermo con il verde 
e con il rosso passo, 
mi fermo e vedo le cose 
che succedono in questo posto. 
Mi chiamo Lello, 
ho vent'anni e faccio il carrozziere, 
aspetto a cartolina 
e il principale a 'niuru (nero) mi teni, 
lo stato non fa niente 
e puru sinni futti (se ne frega) 
mi dici solo prega DDIO 
che poi perdona a tutti! 

grana - c'è bisognu di grana 
- picchì se no la giostra nun funziona 
grana - lu tabbaccaru 
sigaretti nun ni duna 
grana - c'a senza d'iddi 
a machina un camina 
grana - e lu furnaru 
pani nun ni sfurna 
grana - e lu parrinu 
missa nun ni canta 
grana - e lu parrinu missa nun ni sona 

Per ciò vi lascio immaginare 
che cosa vuol dire 
per un ragazzo come noi 
tirare a campare, 
uscire solo il sabato 
diventa un'eccezione 
entrare dentro un pub 
soltanto un'occasione, 
Di passiari e spassiari 
tuttu jornu mi stuffavu 
e di 'mmidiari (invidiare) a machina nova di chiddu m'abbuttavu 
(mi sono scocciato), 
ora chi vogliu quacchi (qualche ) cosa mia mi l'accattari (comprare), 
nun vogliu l'alimosina 
e puru 'cci le 'ffari (ce la devo fare) 

Ritornello 

Si fussi u figliu 'i Berlusconi, 
di Gianni Agnelli, 
Paperon de Paperoni, 
pensate avessi sti problemi, 
pinsari a dopu o chiddu c'aja fari... 
Senza grana un si risolvi propiu nenti 
picchi fannu lu cristianu 
'ncapu (sopra ) l'occhi di la ggenti 
ca ti dici cusi sulu 
do modo comu vesti, 
ca ti dici ti 'nna gghiri (te ne devi andare) si ha li sordi pero resti, 
pi taliari e pi capiri dunni ama iri a 'rrivari (dove dobbiamo 
andare a finire) 
si tu ha lu portafogli chinu 
'i pozzu mpazziri 
dimmi quanti appartamenti ha, 
to patri chi misteri fa, 
si sulu o puru ha frati 
e si sunnu maritati, 
chi machina ha d'estati, 
chi cazzu m'interessa, 
ma chistu e di routen 
pi cu sta mezzu a massa, 
pi cu nun avi un sordu e i problemi sunnu seri, si fannu stari mali, 
mi mettinu 'mpinseri 
comu risolviri 'sta situazioni mala, comu spararisi senza pistola
...