GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 79 visitatori e nessun utente online

POLITI MATILDE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MATILDE POLITI

 

 

CANZONI

AINAVÒ - A LEVANTI AFFACCI8A LU SULI

MARZAPANEDDU

CUMARI

ACULA RIALI

FIGGHIU MIU

MATRI TERRA

SANTANINFARA

SEMU ANGILI

Altre interpretazioni in You Tube

https://www.youtube.com/watch?v=oTcBZQ1povEE
Cumari

https://www.youtube.com/watch?v=DUkpDes_TcE&list=PLCAD517A716C2B6D9
Vespiru

https://www.youtube.com/watch?v=JzF-wvHj7HU&list=PLCAD517A716C2B6D9
Salvatori Giulianu

https://www.youtube.com/watch?v=buIiWKUR5VQ&list=PLCAD517A716C2B6D9
Mommu Brunu

https://www.youtube.com/watch?v=PSeIz8A83Mw&list=PLCAD517A716C2B6D9
Surci a lu punticeddu

https://www.youtube.com/watch?v=CnAhTOHuS8c&list=PLCAD517A716C2B6D9
Lamento per la morte di Turiddu Carnivali

https://www.youtube.com/watch?v=W9dx5R6CuTI&list=PLCAD517A716C2B6D9
A tirannia

https://www.youtube.com/watch?v=OjJbtvmn13k
Abballu di li virgini

https://www.youtube.com/watch?v=mncnL_zXQNA
Figghiu miu

https://www.youtube.com/watch?v=8oQaI1JgAhY
Matri terra

 

tratto dal sito di Matilde Politi: http://www.matildepoliti.com/

matilde politi

Nata a Palermo, laureata in Antropologia Culturale, facoltà di Sociologia, alla Sapienza di Roma nel 1999, lavora tra musica e teatro dal 1992.

La formazione teatrale avviene soprattutto presso la Fondazione Pontedera Teatro, nell’ambito del teatro di ricerca; lavora negli anni in numerose produzioni teatrali, come attrice, cantante e musicista, nonchè come creatrice delle parti musicali degli spettacoli e come trainer vocale degli attori.

Matilde Politi canta e suona diversi strumenti (chitarra, fisarmonica, tamburello, percussioni, marranzano).

Durante gli anni ha portato avanti un percorso di autoformazione, attraverso seminari e workshop di varia natura, affiancati da un costante lavoro di ricerca e sperimentazione, e da una intensa attività di spettacoli in strada, con repertorio folk americano, spagnolo e siciliano.

Dal 2000 sceglie di dedicarsi principalmente al lavoro di ricerca sul repertorio di tradizione orale siciliano, ricerca che si allarga costantemente al riferimento alle musiche tradizionali di area mediterranea.

Ha suonato in tante piazze grandi e piccole della Sicilia e d'Italia, partecipato a numerosi festival di musica popolare, anche all’estero (Spagna, Svizzera, Tunisia), come interprete del canto monodico di tradizione orale siciliano, con la missione di riportare alla "popolarità" brani scomparsi dal paesaggio sonoro contemporaneo.
Si esibisce in diverse formazioni, passando da quella solistica fino ad ensemble di 8 musicisti.

Ha dato vita, contribuito o partecipato a diversi gruppi, sia nel teatro che nella musica, realizzando collaborazioni artistiche con artisti locali e stranieri di area non solo etnico-popolare, ma anche jazz e contemporanea, cantautorale, e classica.

Le ricerche musicali continuano anche attraverso viaggi per il Mediterraneo e in Africa, per conoscere strumenti e pratiche di culture musicali “altre”.

Nel corso degli anni ha condotto laboratori e workshop di canto, e tenuto concerti/seminari sulla musica tradizionale siciliana.

Dal 2003, a Palermo, si è inoltre impegnata per l’integrazione sociale dei migranti attraverso la musica, sostenendoli nella creazione di performance multietniche mirate a favorire l’incontro fra persone e culture.

DISCOGRAFIA

2007 - "A TIRANNIA. Canti politici e storici del popolo in Sicilia"
tratto dal sito di Matilde Politi: http://www.matildepoliti.com/

matilde politi

Nata a Palermo, laureata in Antropologia Culturale, facoltà di Sociologia, alla Sapienza di Roma nel 1999, lavora tra musica e teatro dal 1992.

La formazione teatrale avviene soprattutto presso la Fondazione Pontedera Teatro, nell’ambito del teatro di ricerca; lavora negli anni in numerose produzioni teatrali, come attrice, cantante e musicista, nonchè come creatrice delle parti musicali degli spettacoli e come trainer vocale degli attori.

Matilde Politi canta e suona diversi strumenti (chitarra, fisarmonica, tamburello, percussioni, marranzano).

Durante gli anni ha portato avanti un percorso di autoformazione, attraverso seminari e workshop di varia natura, affiancati da un costante lavoro di ricerca e sperimentazione, e da una intensa attività di spettacoli in strada, con repertorio folk americano, spagnolo e siciliano.

Dal 2000 sceglie di dedicarsi principalmente al lavoro di ricerca sul repertorio di tradizione orale siciliano, ricerca che si allarga costantemente al riferimento alle musiche tradizionali di area mediterranea.

Ha suonato in tante piazze grandi e piccole della Sicilia e d'Italia, partecipato a numerosi festival di musica popolare, anche all’estero (Spagna, Svizzera, Tunisia), come interprete del canto monodico di tradizione orale siciliano, con la missione di riportare alla "popolarità" brani scomparsi dal paesaggio sonoro contemporaneo.
Si esibisce in diverse formazioni, passando da quella solistica fino ad ensemble di 8 musicisti.

Ha dato vita, contribuito o partecipato a diversi gruppi, sia nel teatro che nella musica, realizzando collaborazioni artistiche con artisti locali e stranieri di area non solo etnico-popolare, ma anche jazz e contemporanea, cantautorale, e classica.

Le ricerche musicali continuano anche attraverso viaggi per il Mediterraneo e in Africa, per conoscere strumenti e pratiche di culture musicali “altre”.

Nel corso degli anni ha condotto laboratori e workshop di canto, e tenuto concerti/seminari sulla musica tradizionale siciliana.

Dal 2003, a Palermo, si è inoltre impegnata per l’integrazione sociale dei migranti attraverso la musica, sostenendoli nella creazione di performance multietniche mirate a favorire l’incontro fra persone e culture.

DISCOGRAFIA

2007 - "A TIRANNIA. Canti politici e storici del popolo in Sicilia"
Teatro del Sole – Palermo

2007 - "SUGNARI", Ma'arìa (Valeria Cimò/Matilde Politi/Lajos Zsivkov)
Folkclub Ethnosuoni - Casale Monferrato (AL)
(nella veste di produttore artistico, arrangiatore, cantante e musicista)

2008 - "MATILDE POLITI. Si eseguono riparazioni dell'anima"
Arcimiccica – Catania

2009 - "FOLKSONGS FROM SICILY"
ARC Music – UK

2009 - “ONDA MEDITERRANEA – Un mare di suoni” Curva Minore/Regione Siciliana, Assessorato dei Beni culturali e Ambientali e della Pubblica istruzione/Casa museo Antonino Uccello

2012 - "D'AMURI, GILUSIA, SPARTENZA E SDEGNU" Traditional Love Songs from Sicily.
Matilde Politi - Palermo

PREMI

2009 - PREMIO “ROSA BALISTRERI E ALBERTO FAVARA”

2010 - PREMIO TERESA VIARENGO XI EDIZIONE

2010 - MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA AL NAPOLI FILM FESTIVAL A MATILDE POLITI E DOUG GALLOB, per la colonna sonora del film
"Profumo di lumia", di Joel Stangle.

2011 - 22 Aprile Giornata Mondiale della Terra: La canzone Matri Terra dall'album "Matilde Politi - Si eseguono riparazioni dell'anima" selezionata come Colonna Sonora della Giornata Mondiale della Terra - Internet action 2011

2012 - BABEL MED MUSIC - 8° world music forum Marseille France
OFFFICIAL SHOWCASE

2012 - Selezionati nella Stand by list per gli Showcase ufficiali al WOMEX 12 e 13

Noi eravamo a Copenhagen come delegati al Womex 2010, e a Salonicco nel 2012!

LINKs

Moltivolti Capovolti

Politi Nautica

 

 

MATILDE POLITI

 

 

CANZONI

AINAVÒ

  



AINAVO'

A LIVANTI AFFACCIA LU SULI

Assummata di lu corpu di la tunnara

A livanti affaccia lu suli
ainavò, ainavò
e lu Raisi cu li ciuri.
ainavò, ainavò
i farati chi massuruna
ainavò, ainavò
li marinara guardaturi,
ainavò, ainavò
i capuvardia cumannaturi
ainavò, ainavò
dispinseri bon latruni,
ainavò, ainavò
mettunu u pisci sutta u bagnuni,
ainavò, ainavò
I muciari bon latruni
ainavò, ainavò,
metti l’acqua ad ammucciuni,
ainavò, ainavò ,
u furnaru bon latruni
ainavò, ainavò
ca si leva lu pizzuluni
ainavò, ainavò
u purtaru bon 'nfamuni
ainavò, ainavò
ch’arriporta a lu patruni,
ainavò, ainavò

Jamuninni cu Maria
San Giuseppi u vicchiareddu
si e purtatu lu scarpeddu
....

A LEVANTE AFFACCIA IL SOLE

Venuta a galla del corpo della tonnara

A levante s’affaccia il sole
ainavò, ainavò
e il Rais con i fiori.
ainavò, ainavò
gli arpionatori che sgobbano,
ainavò, ainavò
i marinai sorveglianti,
ainavò, ainavò
i capiguardia comandanti
ainavò, ainavò
L’oste buon ladrone,
ainavò, ainavò
mettono il pesce in coperta,
ainavò, ainavò
I barcaioli buoni ladroni,
ainavò, ainavò
aggiunge l’acqua di nascosto,
ainavò, ainavò
il fornaio briccone
ainavò, ainavò
che ci leva un pizzicotto.
il portinaio infamone
ainavò, ainavò
che riferisce al padrone,
ainavò, ainavò

E andiamo con Maria,
con San Giuseppe il vecchierello
che ha portato lo scalpello

 

 

 

MATILDE POLITI

 

 

CANZONI

CUMARI

  

 

 

 

MATILDE POLITI

 

 

CANZONI

MARZAPANEDDU

  

 

Marzapaneddu chinu d’ammustura
dammi la to’ ‘mprummisa chi m’ha’dari,
mi ‘mprumittisti lu to’ muccaturi
chiddu chi d’oru t’haiu a riccamari, ah

Punta pi punta ci mettu ‘na ciuri
e mmenzu lu me’ cori pi’ signali.
Tannu si scurdirà lu nostru amuri
quannu di giugnu veni lu natali.

Rosa rusidda, di milli culuri,
soccu mi purmittisti mi l’ha’a dari.
Mi purmittisti un biancu muccaturi
d’oru e d’argentu mi l’ha’a ricamari.

Punta pi punta ci metti na ciuri,
menzu lu to’ curuzzu pi signali.
Tannu si spartirà lu nostru amuri
quannu chi sicca l’acqua di lu mari.

Bocconcino saporito
dammi la promessa che mi devi dare,
mi hai promesso il tuo fazzoletto
quello che d’oro ti devo ricamare, ah
punta per punta ci metto un fiore
e in mezzo il mio cuore per segnale
Il nostro amore sarà dimenticato
quando a giugno verrà natale
Rosa rosetta di mille colori,
quello che mi hai promesso me lo devi dare
Mi hai promesso un bianco fazzoletto
D’oro e d’argento me lo devi ricamare.
Punta per punta ci metti un fiore
In mezzo il tuo cuoricino per segnale.
Allora si dividerà il nostro amore
Quando seccherà l’acqua del mare.

 

 

 

MATILDE POLITI

 

 

CANZONI

ACULA RIALI