GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 115 visitatori e nessun utente online

MOLLICA LAURA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LAURA MOLLICA

 

 

CANZONI

CU TI LU DISSI LAURA MOLLICA -MARIO INCUDINE LIVE

QUANNU MORU LAURA MOLLICA - GIUSEPPE GRECO LIVE

O VUI CHI UN CORI AVISTIVU LAURA MOLLICA - GIUSEPPE GRECO LIVE

QUANTU BASILICO' - SANTUVITARA LAURA MOLLICA - GIUSEPPE GRECO LIVE

 VITTI NA CROZZA LIVE

 

dal sito personale di Laura Mollica http://www.lauramollica.com che consiglio di visitare

La sua attività professionale comincia all’età di quattordici anni, grazie all’incontro con i grandi nomi del panorama artistico e culturale siciliano: il poeta Ignazio Buttitta, la cantante Rosa Balistreri, il cantastorie Ciccio Busacca, che affianca, in numerosi recital. Oggi Laura Mollica è considerata dalla critica nazionale ed internazionale l’erede spirituale della grande Rosa Balistreri e dal 1980 svolge un’intensa attività concertistica, promuovendo la musica popolare siciliana in tutto il mondo” (Accademia siculo-normanna, Istituto di Cultura Superiore del Mediterraneo).
Diretta da registi come Orazio Costa, Roberto Guicciardini, Antonio Calenda, Carlo Quartucci e Paolo e Vittorio Taviani (“Kaos” Palma d’Oro al Festival di Cannes), collabora con il Teatro Stabile di Palermo, il Teatro Stabile di Catania, l’Istituto Nazionale del Dramma Antico…Le tournèe all’estero iniziano nell’84, quando, in occasione delle Olimpiadi di Los Angeles, è invitata a rappresentare la Sicilia, con una serie di concerti, tenuti presso “Casa Italia” a Beverly Hills. Ritorna ancora negli Stati Uniti, esibendosi a New York, Detroit, Filadelfia…e poi in Australia, Canada, Sudafrica, Messico, e naturalmente in Europa (Parigi, Monaco, Bruxelles').
Collabora con la coreografa tedesca Pina Bausch, per l’allestimento di “Palermo-Palermo”, e con il danzatore-coreografo Daniel Esralov, fondatore dei “Momix”, per la realizzazione del 381° Festino di S. Rosalia, musiche di Mario Saroglia.
Tra i premi ricevuti: premio internazionale “Il Castello d’Argento” in occasione delle celebrazioni per l’Anno Internazionale dei Giovani, promosso dall’Assemblea Generale dell’ONU, “Attestato di Benemerenza Culturale” ASSOCIAZIONE SICILIANI NEL MONDO, “Premio Rosa Balistreri”; “Premio di Cultura CITTA’ DI MONREALE” Accademia siculo- normanna.
Ha collaborato con prestigiosi enti musicali siciliani (Ente Autonomo Teatro Massimo di Palermo, Amici della Musica, Ente Autonomo Orchestra Sinfonica Siciliana) e ha partecipato con Giorgio Albertazzi, all’inaugurazione virtuale del Teatro Petruzzelli di Bari, dopo il rogo che lo ha quasi completamente distrutto.
Ampiamente apprezzata negli ambienti musicali accademici, è stata invitata a condurre, un corso sul canto etnico, presso il Conservatorio ”V. Bellini” di Palermo. Ha codiretto le rassegne di musica etnica “Suoni d’Inverno” e “L’Isola Possibile”.
E’ stata interprete della suite etnocameristica di Giuseppe Greco “'e tornu a cantari”, omaggio ad Alberto Favara, nell’ambito della Rassegna di Musica Antica dell’Associazione “Antonio il Verso”. Insieme hanno realizzato il cd “La Vuci Mia” suite per strumenti e voce ispirata a frammenti della musica popolare siciliana. E’ Presidente e Direttore Artistico dell’Associazione Culturale “Officina dell’Arte”.

 

 

LAURA MOLLICA

 

 

CANZONI

CU TI LU DISSI

LAURA MOLLICA -MARIO INCUDINE live

 


CU TI LU DISSI (tradizionale)

Cu ti lu dissi ca t’haju a lassari -
megliu la morti e no chistu duluri
ahj ahj ahj ahj -
moru moru moru moru

ciatu di lu me cori - l’amuri miu si tu.

Cu ti lu dissi a tia nicuzza - 
lu cori mi scricchia
a picca a picca a picca a picca -
ahj ahj ahj ahj
moru moru moru moru -
ciatu di lu me cori - 
l’amuri miu si tu.

Lu primu amuri lu fici cu tia -
e tu schifiusa ti stai scurdannu a mia
paci facemu oh nicaredda mia -
ciatu di l’arma mia,

l’amuri miu si tu.

                                                                                          

CHI TE LO HA DETTO

Chi te lo ha detto che debbo lasciarti -
meglio la morte

e non questo dolore
ahj ahj ahj ahj -
muoio, muoio, muoio, muoio,

anima della mia anima, l’amore mio sei tu.

Chi lo ha detto a te piccolina -
il cuore mi si scricchiola

a poco a poco, a poco a poco -
ahj ahj ahj ahj

muoio, muoio, muoio, muoio,
anima della mia anima, l’amore mio sei tu.

Il primo amore l’ho fatto con te -
e tu schifiltosa

ti stai scordando di me -
pace facciamo oh piccolina mia

anima della mia anima, l’amore mio sei tu.

 

 

 

 

LAURA MOLLICA

 

 

CANZONI

O VUI CHI UN CORI AVISTIVU

LAURA MOLLICA - GIUSEPPE GRECO

 

O vui chi un cori avistivu 
natu pi sempri amari.
O vui chi già pruvastivu 
chi cos'è suspirari
S'amastivu na perfida, volubili e incustanti
pietà, vi movu un miseru abbannunatu amanti.
O vui pi mia disgrazia, ora cantu duluri, 
stritta a lu coddu stavami, pazza niscia d'amuri.
Ora di mia si neia se a idda staiu davanti
pietà, vi movu a un miseru abbannunatu amanti

 

 

 

 

LAURA MOLLICA

 

 

CANZONI

QUANNU MORU

LAURA MOLLICA - GIUSEPPE GRECO

 

QUANNU MORU
(testo e musica di Lillo Catania )

Quannu moru nun mi diciti missa
ma ricurdativi di la vostra amica
quannu moru purtatimillu un ciuri
un ciuri granni è russu,
comu lu sangu sparsu.
Quannu moru faciti ca nun moru
diciti a tutti chiddu ca vi dissi.
Quannu moru nun vi sintiti suli
ca suli nun vi lassu
mancu dintra lu fossu.
Quannu moru cantati li me canti,
nun li scurdati, cantatili pi l’autri.
Quannu moru pinsatimi ogni tantu
ca pi sta terra ‘ncruci
iu moru senza vuci.

QUANDO MORIRÒ

Quando morirò non fatemi dire messa
ma ricordatevi della vostra amica,
quando morirò portatemi un fiore
un fiore grande e rosso
come il sangue sparso.
Quando io muoio fate che io non muoia
dite a tutti ciò che vi ho detto.
Quando morirò non vi sentite soli
giacchè soli non vi lascio
neanche quando sarò dentro la fossa.
Quando morirò cantate i miei canti
non li scordate, cantateli per gli altri.
Quando morirò pensatemi ogni tanto
perchè per questa terra in croce
sarò morta senza voce

 

 

 

 

LAURA MOLLICA

 

 

CANZONI

QUANTU BASILICÒ - SANTAVITARU 


 

 QUANTU BASILICÒ - SANTAVITARU 
(tradizionale)
Quantu basilicò
simini ogni annu
tu mi nn’ha dari
’na cima a lu jornu
Ah! li carnuzza tua
ciavuru fannu
ca cu li ciavura
ci passa lu sonnu,
ca cu li ciavura
ci passa lu sonnu.

 

QUANTO BASILICO

Quanto basilico
semini ogni anno
tu devi darmene
un pezzettino al giorno
Ah! Le tue carni tenere
fanno profumo
che a chi le odora
passa il sonno.
che a chi le odora
passa il sonno.