GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 90 visitatori e nessun utente online

POESIE

NOTTI D'ESTATI

 

NOTTI D'ESTATI

Silenziu,
divina sinfunia d'infinitu...!
L'ecu di sta paci senza fini
mi chiuj ni la morsa d'un misteru.
Lu cori miu, comu frantumatu,
mi fa sintiri un cucciddru di rina,
na' cosa senza storia né senzu,
dispersa ni 'll'oceanu 'nfinitu.
Ascuntu attornu... ... Sentu sulamenti
li me' suspira e un parpitari d'onda.
M'assali allura l'incubu du nulla
e la sinzazioni diprimenti
d'essiri sulu 'ntuttu l'universu.
Ma all'impruvisu chi gran maraviglia!
Cumpari 'ncelu na' fascia di luci,
ca l'animu rischiara e la natura.
E subitu di detru la cullina
spunta arridennu na palla di focu.
Avi lu visu stancu e strapazzatu
e 'ssulamenti voglia di durmiri.
E sbadigliannu si distenni tutta
supra lu grembu di l'onda marina.
La duci cantalena di lu mari,
summissa vuci di l'umanità,
è storia, nuvella senza fini…
Na' ninna nanna ni l'eternità.
Tra stu cuncertu di noti d'incantu,
la luna s'addrummisci pianu pianu.
Ju sulu restu svegliu e prigiuneru
di stu misteru ca dumina 'ntornu.

                                                                                

 

NOTTE D'ESTATE

 

Silenzio,
divina sinfonia d'infinito…!
L'eco di questa pace senza fine
mi chiude nella morsa di un mistero.
Il cuore mio, come frantumato,
mi fa sentire un granellino di sabbia,
una cosa senza storia né senso,
dispersa nell'oceano infinito.
Ascolto attorno… Sento solamente
i miei sospiri ed il palpitar dell'onda.
Mi assale allora l'incubo del nulla
e la sensazione deprimente
d'essere solo in tutto l'universo.
Ma all'improvviso che gran meraviglia!
appare in cielo un fascio di luce,
che l'animo rischiara e la natura.
E subito da dietro la collina
spunta sorridendo una palla di fuoco.
(la luna)
Ha il viso stanco e strapazzato
e solamente voglia di dormire.
E sbadigliando si distende tutta
sopra il grembo dell'onda marina.
La dolce cantilena del mare,
sommessa voce dell'umanità,
è storia, novella senza fine…
una ninna nanna nell'eternità.
In mezzo a questo concerto di note incantate,
la luna s'addormenta piano piano,
io solo resto sveglio e prigioniero
di questo mistero che domina intorno