GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 60 visitatori e nessun utente online

 

MANZI ANNA MARIA

 

CANZONI

BUTTANA DI TO MA’

BUTTANA DI TO MA’
(tradizionale)

Buttana di to mà, ngalera sugnu
ah senza fari un milèsimu di dannu
Tutti li amici me' cuntenti foru
ah quannu ncarzareteddu
mi purtaru
Ah tutti li amici me' 
nfami e carogna
ah chiddu ca si mangiàu la castagna(1)
ah quannu arristaru a mia 
era ‘nnucenti.
Ah era lu jornu di tutti li santi 
e nun sugnu mortu no, su' viv'ancora,
ogghiu cci nn'è nta la lampa 
e ancora adduma (2)
Ah si voli Diu e nesciu di sta tana
a risposta cc'aiu a dari 
a l'impamuna, ann'a finiri sti vintinov'anni
ùnnici misi e vintinovi jorna,
ùnnici misi e vintinovi jorna

 

 

PUTTANA DI TUA MADRE

Puttana di tua madre, in galera sono
ah! senza fare un millesimo di danno
ah! tutti i miei amici son rimasti contenti
ah! quando in carcere 
mi portarono
ah! tutti i miei amici, 
infami e carogna
ah! maledetto il delatore
ah! quanto mi hanno arrestato, 
io ero innocente.
Ah! era il giorno di ognissanti
e non sono morto no! 
sono ancora vivo,
olio ce n’è in questa lampada 
ed ancora accende
ah! se vuole Dio ed esco da questa tana
una risposta debbo dare agli infami,
debbon finire questi venti nove anni
undici mesi e ventinove giorni,
undici mesi e ventinove giorni

1) mangiare la castagna è sinonimo di 
delazione alle forze dell’ordine
2) ho ancora molti anni da vivere