LA STORIA DI PEPPI MUSULINU (2° PARTE)

Otello Profazio

 

LA STORIA DI èPEPPI MUSULINU (1° PARTE)
voce di Peppe Musulinu
Quando ero bandito mi volevano dentro a malavita e l'onore
ma io non ho voluto accettare ci ho detto io faccio dame
Non mi ho voluto accidare io
Un jornu c'era aprressu di Milenu ed a Stefanu Zoccali incuntrai
quannu mi9 vitti fici un passu arretru pi sfregiu puri u ulu c'ammazzai
Dopu na para jorna l'aria pigghiu e a Sant'Alessiu a Chiricu aspettai
lu vitti chi parlava cu so figghiu e quattru fucilati cim ittai
Mi dissiru ca un certu saracinu la... mi facia chi carabineri
io m'appustai dintra lu jardinu cu un corpu lu cacciai 'nda mezzu e pedi
SA un certu Carminuzzu D'Agustinu chi mi vuleva mentiri 'nde guai
i carabineri, opoviru cretinu cu nu cuteddu u cori ci spaccai
Li9 tradituri brutta fini fannu e 'Ntoni Princi lu sperimentau
e marti che sperava senza dannu, la peddi ci lassau
Mi vendicai d'infami e tradituri ma sempri rispittai i carabineri,
si ni sparai cu duluri pinsannu ca ficianu u so duveri.
Iu oggi mi partiu a lavurariu e mi incuntyrau u principi baruni
mi dissi ca arrivaru militari fra cumandanti e capural maggiuri
O scupattedda mia sta sempri attenti ca di luntanu sentu caminari
a unu aunu nonj mi fannu nenti, conu a li muschi mi cacciu davanti
Cu è, cu è , cu è chi s'avvicina, pari ca lu canusciu a lu caminu
vui siti granni e eu su picculinu su vostru figliu Peppi Musulinu
O patri, patri non seppi chiù nenti, da mamma di me frati e da me amnati

 



La vita del bandito Giuseppe Musolino è raccontata da Otello éProfazio con una visione particolare, quella che volevano sentire gli ascoltatori del cantastorie.
Otello Profazio parla di un personaggio buono, che per sorprusi ricevuti, si incattivisce trucidando i suoi nemici. E' visto come, tra l'altro fanno tutti i cantastorie, come un eroe popolare, che leva ai ricchi per dare ai poveri, in effetti se però si legge la biografia di un bandito: Giuseppe Musolino, scritta dai medici psichiatri che lo hanno curato o la requisitoria del P.M. nel processo contro Musolino celebrato a Lucca si denota già da giovane, un personaggio, attaccabrighe, violento, che ha che fare, varie volte, con la legge, e che viene ingiustamemnte condannato a 21 anni per false deposizioni di Zoccali Vincenzo ed amici in merito ad una sparatoria subita dallo Zoccali Vincenzo. Da quel momento Musolino vive solo per vendicarsi dei suoi nemici. La posizione di Orazio Strano è comprensibile considerato anche che il mestiere di cantastorie è quello che gli permette di vivere.
Nelle grandi linee racconta, anche se in modo romanzato la storia del bandito Musolino. Veramente poetici a volte alcuni versi della cantata di Orazio Strano
Nicolò La Perna

Biografia di un bandito: Giuseppe Musolino


Requisitoria del P.M. nella causa contro il bandito Giuseppe Musolino e complici



















































 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 79 visitatori e nessun utente online