GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 118 visitatori e nessun utente online

 

DICINU CA

testo e musica e canto: ALFREDO E LETIZIA ANELLI

 


  

     

 

VESPRO

Sta calannu u suli, sta scinnennu a mari
'ndo un mumentu nu celu russu si culura
Di petri ferru e sangu è fattu la mistrura
si strincinu e si sbattinu li testi 'nda li mura
Cala cala u suli, a riti è in funnu o mari
i pisci grossi scappanu e nuddu i po pigghiari
e nuddu i po pigghiari e nuddu i po pigghiari.

Sutta u cielu senza stiddi, ci su vecchi e picciliddi
tanti manu 'ncatinati milli facci dispirati
sunnu stanchi di gridari, accussì un si pò campari,
mentri u suli cala a mari,
mentri u suli cala a mari.

Sta calannu u suli, sta scinnennu a mari
'nda la notti scura chianti e dulura,
abbrazzali o Signuri sti figghi cu amuri
ca sutta un biancu velu
acchiana lu cielu
stinnemuli a fileri
linzola pi banneri
cu sangu ci scrivemu spiranza e libirtà
spiranza e libirtà

Sutta u cielu senza stiddi, ci su vecchi e picciliddi
tanti manu 'ncatinati milli facci dispirati
sunnu stanchi di gridari, accussì un si pò campari,
mentri u suli cala a mari,
mentri u suli cala a mari.