GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 188 visitatori e nessun utente online

 

A LEGGIU

Rosa Balistreri 


ALLEGGIU
testo Francesco Giunta
musica Ezio Noto
Alleggiu, alleggiu, alleggiu, alleggiu.
C'o tempu è rota chi camina adasciu
la viju firriari e sai... 'un mi dispiaciu
ca lassa 'ntacchi stritti comu gugli
e cusi, consa e smovi li 'mpidugli
di milli facci, vuci, occhi e strati
'ncucciati ammenzu
a certi boni jurnati
cu siritini fatti di friscura
pirchì la carni dormi si non suda.
Alleggiu, alleggiu, alleggiu, alleggiu.
Ca cu è che curri,
mancia vitru e ventu,
spartennu strati e jorna senza abbentu
di fangu e sangu sciaminatu 'nterra,
di occhi, vuci e facci sempri in guerra
e ogni parola doppu è camurria
lu sciatu armalu ca si rummulia
e notti e sonni chini di primura
pirchì la carni è chiaga quannu suda.
Alleggiu, alleggiu. alleggiu, alleggiu.
Li to paroli gocci d'acquazzina
l'hai dintra l'occhi ora ch'è matina
semu du' facci di lu stessu visu
semu du' vucchi cu na sula vuci
e la to carni è duci quannu suda
ca semu l'acqua pi la stessa arsura
e u cori è roggiu chi camina adasciu
lu viju firriari e sai... nun mi dispiaciu.
Alleggiu, alleggiu, alleggiu, alleggiu.
Alleggiu, alleggiu, alleggiu, alleggiu.                
                 
FAI PIANO
Fai piano, fai piano, fai piano, fai piano.
Il tempo è ruota che cammina piano
lo vedo girare e sai... non mi dispiaccio
perchè lascia linee strette come aghi
e cuce, ripara e smuove gli intrighi
di mille facce, voci, occhi e strade
uniti in mezzo
a certe buone giornate
con serate fatte di frescura
perchè la carne dorme se non suda.
Fai piano, fai piano, fai piano, fai piano.
Chi corre
mangia vetro e vento
dividendo strade e giorni senza trovare pace,
di fango e sangue sparso in terra,

di occhi, voci e facce sempre in guerra
ed ogni parola dopo è seccatura
il fiato animale che si muove dentro
e notti e sogni pieni di premura
perchè la carne è piaga quando suda.
Fai piano, fai piano, fai piano, fai piano.
Le tue parole sono gocce d'acquazina
le hai dentro gli occhi ora che è mattina
siamo due facce dello stesso viso
siamo due bocche con una sola voce
e la tua carne è dolce quando suda
perchè siamo l'acqua per la stessa arsura
e il cuore è orologio che cammina adagio
lo vedo girare e sai... non mi dispiaccio.
Fai piano, fai piano, fai piano, fai piano.
Fai piano, fai piano, fai piano, fai piano.