GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 95 visitatori e nessun utente online

 

CUMPAGNI DI VIAGGIU

Ignazio Buttitta -audio
                   
 
 
 
 
CUMPAGNI DI VIAGGIU
Stasira li cimi di l’arbuli
chi mòvinu la testa e li vrazza
parranu d’amuri a la terra
e io li sentu
Sunnu li paroli di sempri
chi vui scurdastivu,
cumpagni di viaggiu
nudi e pilusi,
in transitu dintra gaggi di ferru.
Unn’è chi ghiti a càdiri
si nuddu v’accumpagna
e la scienza è in guerra contru l’omu?
Cu vi jetta li riti
mentri u marusu munta;
siddu i nostromi da puisia
un tempu piscatura di baleni,
ora piscanu a lenza
nni l’acqua marcia di li paludi?
Cumpagni di viaggiu,
si pirdistivu u cori pa strata;
turnati nnarreri a circallu
si non siti già orbi.
Si u suttirrastuvu chi morti
nte campi di battagghia;
jiti a svrudicallu
si non feti nto sangu.
Si ristò a bruciari
nte càmmiri a gas;
curriti a cogghiri a cìnniri
e mittitila a cuvari nto pettu.
Lu me straziu è pi vui stasira,
e li paroli d’amuri
càdinu nterra
comu stiddi astutati.
Non vurria chi mai turnassi
una sira la stissa.
COMPAGNI DI VIAGGIO
Stasera le cime degli alberi
Che muovono la testa e le braccia
Parlano d’amore alla terra
E io le sento.
Sono le parole di sempre
Che voi avete dimenticato,
compagni di viaggio
nudi e pelosi,
in transito dentro gabbie di ferro.
Dove andrete a cadere
Se nessuno vi accompagna
E la scienza è in guerra contro l’uomo?
Chi getta le reti
Mentre il maroso monta?
Se i nostromi della poesia
Un tempo pescatori di balene,
ora pescano a lenza
nell’acqua marcia delle paludi?
Compagni di viaggio,
se avete smarrito il cuore per strada;
tornate indietro a cercarlo
se non siete già orbi.
Se lo sotterraste con i morti
Nei campi di battaglia;
andate a disseppellirlo
se non puzza nel sangue.
Se restò a bruciare
Dentro le camere a gas;
correte a raccogliere la cenere
e mettetela a covare nel petto.
Il mio strazio è per voi stasera,
e le parole d’amore
cadono in terra
come stelle spente.
Non vorrei che mai tornasse
una sera la stessa.

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo audio con la canzone è estratto da you tube
http://www.youtube.com/watch?v=GCaU6e8D3DA

Questa canzone molto divertente, oggi che l’uso degli anticoncezionali è cosa accettata da tutti, potrebbe essere non compresa, infatti è da inquadrare negli anni 70 quando sono state immesse sul mercato le pillole anticoncezionali e le donne erano impreparate alla novità. 
La canzone è piena di doppi sensi, ma non è volgare, anzi è piacevole e mette buon umore, regalandoci qualche sorriso. 

Nicolò La Perna

interpretazioni di altri artisti

https://www.youtube.com/watch?v=ZUhcVQldai4
Gabriella Grasso

https://www.youtube.com/watch?v=0kAani-UE-A
Malmaritate

https://www.youtube.com/watch?v=JTUteJcHCJc
Francesca Amato

 

 

 

 

 

 

<