<

QUATRU DI PRIMAVERA

PETRALIA GAETANO
 
 

 

 
 
    
QUATRU DI PRIMAVERA MATUTINA
Comu lu suli a livanti cumpari
si vesti tutta a festa la natura,
'na maravigghia tutt'attornu appari
pi la so "ncumparabuli figura.
Di l'aceddi, si senti 'nciciuliari,
lu jaddu l'accumpagna di bon'ura,
e la chiaria chiù fa rispiicchiari
lu risinu lassatu di l'albura.
Lu mari 'nta la ribba s'abbannuna,
si vidi qualche lustru di lampari,
mentri a punenti 'na fedda di luna
accumpagna "na stidda ca scumpari.
Cantunu fili d'acqua a li vadduna,
ca scurri lenta e va versu lu mari
lu lustru di lu jorrnu si 'mpatruna
mustrannu 'n quatru
di biddizzi rari.                                             


QUADRO DI PRIMAVERA MATTUTINA
Come al far del giorno il sole appare
si veste tutta a festa la natura,
uno splendore tutt'attorno appare
per la ineguagliabile figura.
Gli uccelli fan festoso il cinguettare
il gallo li accompagna di bon'ora
e i primi raggi fan più rispecchiare
le resine lasciate all'albeggiare.
Il mare calmo a riva s'abbandona,
in lontananza una luce di lampara
mentre a ponente una fetta d:i luna
accompagna una stella che scompare.
Cantano i fiumi, l'acqua nei torrenti,
che lenta lenta corre verso il mare,
la luce sfavillando si colora
mostrando un quadro
di bellezze rare.

 

 

 

 

 

 

 

 

GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 54 visitatori e nessun utente online