(voce Nicolò La Perna)

LU SULI AFFACCIA

Nino Barone

 

LU SULI AFFACCIA...

Lu suli affaccia e l'acidduzzi 'ncoru
nun fannu chi cantari a la matina...
la terra pigghia ciatu e si rimina
mentri lu munti si culura d'oru.
Un jaddu canta nsemi a la jaddina,
lu cani cu la jatta frati e soru
ed iu ncantatu quasi chi ci moru
davanzi sta natura c'hè divina.

Un frusciu d'acqua scurri a lentu a lentu
mentri n'apuzza 'ncapu lu so ciuri
godi sulidda l'urtima rugiata!

Godi sulidda finu a quanuu 'u ventu
nun jisa e vola libirannu amuri...
pirchì d'amuri fu ricumpisata!

IL SOLE AFFACCIA

Il sole affaccia e gli uccellini in coro
non fanno che cantare al mattino...
la terra prende fiato e si smuove
mentre il monte si colora d'oro.

Un gallo canta insieme alla gallina,
il cane con la gatta son come fretello e sorella
ed io incantato quasi muoio
davanti a questa natura che è divina.

Un fruscio d'acqua scorre lentamente
mentre un'ape sorta al suo fiore
gode soletta l'ultima rugiada;

Gode soletta fino a quando il vento
no si alza e vola librando amore...
perchè d'amore fu ricompensata !

 Questa poesia è tratta dal libro di Nino Barone "Spichi" Ed. Drepanum , per contatti col poeta: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 79 visitatori e nessun utente online