GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi รจ online

Abbiamo 72 visitatori e nessun utente online

 

 

 

 

 

 

Vuci di ciaca e ciatu duci

occhi di matri e cocci luci

canta ca passa prestu la nuttata

squagghia lu 'nvernu forti la jilata

Ciuri di scogghiu sali e spina

volu d'aceddu, terra e rina

dormi... ca passa prestu la nuttata

dormi passa lu 'nvernu e la jilata.

 Voce di pietra e animo dolce

occhi di madre e pezzi di luce

canta che passa presto la nottata

scioglie il forte inverno la gelata

Fiore di scoglio, sale e spina

volo d'uccello, terra e sabbia

dormi... che passa preso la nottata

dormi, passa l'inverno e la gelata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo stesso autore Francesco Giunta ci ha riferito di avere scritto questa bellissima poesia e canzone la stessa sera in cui Rosa Balistreri ha lasciato questo mondo