GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 157 visitatori e nessun utente online

 

LA PICCATURA

Rosa Balistreri

 

LA PICCATURA
Fichera, Bixio, Frizzi, Tempera
All’alba si nni va lu surfataru
si ‘nchiudi ‘tra lu pettu da minera
è chinu di sudura finu a sira
travagghia, la so vita è sempri dda.
Ma cu l’aspetta non ci ‘mporta nenti
pirchì li jorna fa li passa chini
cu ddr’omu ca lu sangu a li mischini
ci tira jornu e notti e sempri ‘chiu.
E batti, batti batti surfataru
ca lu pani è troppu amaru
e lu ventri da minera
ti po’ dari chistu cca.
E batti batti batti surfataru
ca lu scrusciu t’accumpagna
poi cancella li to peni
finu a quannu, quannu?…
Fu l’occhi di na bedda piccatura
ca levanu la paci a la minera
li fimmini ci fannu la sintenza
cunnanna a morti si voli accussì.
Poi la svintura scinni ndo paisi
lu ventu è lamintusu do passari
adduma l’oliu, abbruscianu li casi
la morti ridi e poi giustizia fa.
E batti, batti batti surfataru
ca lu pani è troppu amaru
e lu ventri da minera
ti po’ dari chistu cca.
E batti batti batti surfataru
ca lu scrusciu t’accumpagna
poi cancella li to peni
fino a quannu, quannu…
… li fimmimi ci fannu la sintenza
la morti grida e poi giustizia fa.
LA PECCATRICE
All’alba se ne va il solfataro (1)
si chiude dentro la miniera
è pieno di sudore fino a sera
lavora, la sua vita è sempre la.
Ma a chi l’aspetta (2) non importa niente
perché trascorre tutti i giorni
con quell’uomo che il sangue ai poveretti
tira giorno e notte e sempre di più.
E batti, batti, batti solfataro
perché il pane è troppo amaro
ed il ventre della miniera
ti può dare solo questo.
E batti, batti, batti solfataro
che il rumore ti accompagna
poi cancella le tue pene
fino a quando, quando?
Furono gli occhi di una bella peccatrice
che levano la pace nella miniera
le donne danno la sentenza
condanna a morte, il cielo vuole così.
Poi la sventura scende nel paese
il vento diventa lamentoso nel passare
si accende una lucerna, bruciano case
la morte ride e poi giustizia fa.
E batti, batti, batti solfataro
perché il pane è troppo amaro
ed il ventre della miniera
ti può dare solo questo.
E batti, batti, batti solfataro
che il rumore ti accompagna
poi cancella le tue pene
fino a quando, quando?
… le donne danno la sentenza
condanna a morte, il cielo vuole così.
1) lavoratore nella miniera di zolfo
2) Padrone della miniera



 

 

 

Questa registrazione audio estratta dal film "La peccatrice" e la canzone, in siciliano, "la piccatura" fa da colonna sonora al medesimo film di Pier Ludovico Pavoni
Nicolò La Perna