GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 51 visitatori e nessun utente online

 

E VUI DURMITI ANCORA

Rosa Balistreri 

 

E VUI DURMITI ANCORA
testo: Giovanni Formisano
musica: Gaetano Emanuele Calì

Lu suli è già spuntatu n'tra lu mari
e vui bidduzza mia durmiti ancora,
l'aceddi sunu stanchi di cantari
e affriddateddi aspettunu 'cca fora;
supra stu barcuneddu su pusati
e aspettunu quann’è 'ca v'affacciati.

Lassati stari, non durmiti 'cchiui
ca n'menzu a iddi d'intra a sta vanedda
ci sugnu puru iu 'c’aspettu a vui
pi vidiri 'sta facci, accussi bedda.
Passu 'cca fora tutti li nuttati
e aspettu sulu quannu v'affacciati....

E VOI DORMITE ANCORA

 

Il sole è già spuntato in mezzo al mare
e voi dolcezza mia dormite ancora,
gli uccelli sono stanchi di cantare
e presi di freddo vi aspettano quà fuori,
sopra il vostro balcone sono poggiati
e aspettano quando voi vi affacciate!

Lasciate stare, non dormite più,
che in mezzo a loro in questo vicolo
ci sono pure io che vi aspetto
per vedere il vostro bellissimo viso
passo qui fuori tutte le notti
aspettando solo quando vi affacciate...



 

 

 

Una delle più belle serenate siciliane: eccellente poesia, bellissima musica per fare affacciare  la propria amata; tutto il mondo gira ed esiste per lodare le bellezze della propria donna,  lo stesso sole, gli uccellini, i fiori tutti aspettano che lei apra il balcone, ma soprattutto c’è  l’amato che passa le sue nottate con la chitarra in mano allietando il sonno dell’amata  e brama aspettando di vederla affacciata al balcone.
Nicolò La Perna