GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 108 visitatori e nessun utente online

 

BINIDITTU LU JORNU

Rosa Balistreri 

 

 

 

 BINIDITTU LU JORNU E LU MUMENTU
(ninna nanna)
testo: F.Impellizzeri
musica: G.Emanuele Calì
Binidittu lu jornu e lu mumentu
quannu tò matri, a latu ti truvò;
dopu di novi misi, ccu grandi stentu
mamma chiamasti e ‘nfrunti ti vasò.
Dormi nicuzzu ccu l’angiuli tò...
dormi e riposa, ti cantu la vò...
Si di lu celu calassi la fata,
nun li putissi fari 'sti splinduri
ca stà facennu tu, bidduzza amata,
‘ndi sta nacuzza di rosi e di ciuri.
Dormi figliuzzu ccu l'angiuli tò...
dormi e riposa, ti cantu la vò... (2)
vò... vò... vò...
dormi figghiu e fai la vò...
SIA BENEDETTO IL GIORNO ED IL MOMENTO
 

Sia benedetto il giorno e il momento

quando tua madre, a lato ti trovò;
dopo nove mesi con gran fatica
mamma hai chiamato, e in fronte ti baciò.
Dormi piccolino con gli angeli tuoi
dormi e riposa, io ti canto la vò…
Se dal cielo scendesse una fata,
non potrebbe fare questo splendore
che stai facendo tu, bellezza amata,
dentro questa culla di rose e di fiori.
Dormi piccolino con gli angeli tuoi
dormi e riposa, io ti canto la vò…
vò...vò...vo...
dormi, figlio e fai la vò..



Rara registrazione audio di Rosa Balistreri fattami pervenire da Emilio Paolo Guarisco
Antica ninna nanna cantata in molte parti della Sicilia, Il vero titolo di questa canzone e «La vò» con testo di F. Impellizzeri e musica di G. Emanuele Calì, autore della famosa canzone siciliana «E vui durmiti ancora». Bellissimo il movimento armonico musicale, dolcissime le parole, che solo dalla bocca di una mamma possono uscire; il bambino fin dalla nascita riceve informazioni verbali ascoltando parole semplici come la lallazzione vo, vo o altre ripetute ritmicamente, in seguito cercherà di imitare i fonemi ascoltati mettendo le basi per il linguaggio verbale; ascoltando la melodia musicale dalla voce della mamma formerà le prime lallazioni musicale; parole e musica sono i tasselli fondamentali della musica popolare; tempo ternario caratteristico delle ninne nanne. Tonalità musicale: Mi minore
Nicolò La Perna