GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 75 visitatori e nessun utente online

 

CURRI CAVADDU MIU

                                       

 

 

 

 

 

AH CURRI CAVADDU MIU

Ah! curri cavaddu miu,
ah curri e camina
ca la strata è longa
e la via è luntana.
Ah! lu scrusciu di la rota
e la catina
Ah! n’accurda sta
canzuna paisana
Ah! accà
Ah! quantu vali un capiddu
ah di sta scrina
Ah! nun vali la fatica
di na carumara
Amuri, amuri
chi m’hai fattu fari
ahi m’haiu fattu fari
na granni pazzia
Ah! lu Patri Nostru
mai ati a scurdari
Ah! la meglio parti
di l’Ave Maria

                       

 

 

AH CORRI CAVALLO MIO

Ah! corri cavallo mio,
Ah! corri e cammina
perché la strada e lunga
e la via è lontana
Ah! il rumore della ruota
e della catena
Ah! ci accorda questa
canzona paesana
Ah! accà (1)
Ah quando vale un capello
di questo crine
Ah! non vale la fatica
di una caricata (2)
Amore, amore
cosa mi hai fatto fare
Ahi m’hai fatto fare
una grande pazzia
Ahi il Padre Nostro
mai dovete dimenticare
Ah! la migliore parte
dell’Ave Maria.


1) verso del carrettiere che incita il cavallo

2) sul carretto

 

 

 

Questo video con la canzone è estratto da you tube
http://www.youtube.com/watch?v=1JFMCkavqrI

Ritroviamo questa canzone nel “Corpus di musiche popolari siciliane”, 1957 Alberto Favara al n: 68 e col nome “Amuri, amuri” cantilena dei mulattieri in 
“Eco della Sicilia”, 1893, Ricordi al n: 31

Nicolò La Perna

https://www.youtube.com/watch?v=lOu_rKx-2Zc
Rita Botto

https://www.youtube.com/watch?v=nGnij5-cAoM
Pippi Russo